Home

Recovery frode?

Lascia un commento

di Riccardo Pizzirani

Questa mattina è stato rilasciato sul Corriere della Sera l’elenco in bozza dei 557 progetti finanziati dal Recovery Fund del Covid-19. Si tratta dell’accordo che il Governo italiano ha attivato nei confronti dell’Unione Europea e che ha sostituito il MES, sostanzialmente identico, ma con un nome ormai ampiamente squalificato.

Abbiamo quindi ricevuto 80 miliardi di sussidi a fondo perduto (di tasse anche nostre, già versate) e 120 miliardi di prestiti che andranno restituiti nel resto del corso della nostra vita; è quindi di fondamentale importanza capire come è stato proposto di spendere questi soldi.

Anche il metodo di rilascio di questo elenco lascia parecchie perplessità: sembra il più classico dei trucchi della rana bollita: si buttano sul piatto proposte spesso irricevibili, poi se nessuno dice niente le si applica, se invece qualcuno protesta si dice che era solo una bozza di lavoro non definitiva.

E non depone certo a favore della trasparenza del “Governo che non agisce con il favore delle tenebre” il fatto che il link sia sparito dalla prima pagina del Corriere della Sera già nel primo pomeriggio!

L’elenco dei progetti è molto lungo, 28 pagine e 557 progetti, quindi non è stato possibile al momento analizzarli tutti nel dettaglio (anzi, su questo aspetto chiediamo l’analisi e l’apporto di tutti). Vediamo però i primi che ci sono saltati all’occhio, grazie all’analisi preliminare dell’utente Ste_79: c’è comunque parecchio di cui stupirsi.

Infatti, sebbene ci siano anche progetti di rilancio propri di una fase post-pandemica, la maggior parte dei progetti infatti si potrebbe catalogare in una di queste due categorie: progetti inquietanti, e progetti di sperpero.

Cominciamo con quelli inquietanti. I numerosi refusi sono presenti nel testo originale.

Progetto 610: Piano Italia Cashless

Ammontare: 10.000.000.000 €

Durata: 3 anni

Realizzazione di un piano nazionale avente l’obiettivo di accompagnare la transizione verso una cashless community attraverso meccanismi di incentivo all’utilizzo di mezzi di pagamento elettronici sia per i consumatori che per gli esercenti, collegandola all’infrastruttura digitale per le certificazioni fiscali (fatture elettorniche e corrispettivi telematici), favorendo la precompilazione delle dichiarazioni fiscali e la pre-determinazione dei versamenti dovuti. La digitalizzazione dei pagamenti comporta inoltre effetti benefici in termini di sicurezza (meno contante, meno reati socialmente odiosi), igiene (particolarmente rilevante in questa fase), lotta all’evasione. Di contro, saranno necessari investimenti per aumentare il livello di sicurezza cibernetica.

La prima cosa che si nota è che una rivoluzione così fondamentale per la nostra società viene proposta in questo modo così “sottobanco” mentre meriterebbe ben più ampia discussione e considerazione.

Poi c’è da notare che in questo testo, da buoni pubblicitari, si esaltano solo i vantaggi di un economia senza contanti, come la minore evasione dei piccoli esercenti e addirittura la scusa della maggiore igiene, e non si parla minimamente degli svantaggi, come appunto il costo dell’operazione stessa (10 miliardi!!), le commissioni che saranno da pagare alle banche da qui in poi, ed il fatto non secondario che la stragrande maggioranza dell’evasione fiscale è compiuta dai grossi gruppi economici ed industriali, e quindi non sarebbe minimamente intaccata da questa norma!

Possiamo chiedere chi ha dato il mandato politico al Governo PD-M5S di trasformare la società italiana abolendo interamente il contante?

Progetto 342: Vigilanza cibernetica per edifici pubblici ed aree sensibili

Ammontare: 200.000.000 €

Numerose aziende italiane si occupano di ricerca, sviluppo e produzione industriale in ambito Computer Vision tramite Deep Learning. Le tecnologie Deep Learning italiane possono risolvere alcune criticità del Paese che necessita sempre di più di sicurezza etica. Se oggi si dotassero gli edifici pubblici ed aree sensibili di sistemi di vigilanza automatizzata ci si troverebbe paradossalmnete di fronte al problema di dover cedere immagini e dati sensibili a Paesi stranieri che detengono la quasi totalità del mercato di tecnologie di deep leanring. Potenziare, al contrario, la produzione di tecnologie italiane delle molte piccole e medie imprese, con forte capacità innovativa, può consentire di mantenere in Italia sia il know how, sia i capitali che i dati sensibili. Le tecnologie di Deep Learning, così sviluppate, in ambito sicurezza potrebbero consentire l’ottenimento di molteplici benefici:- edifici pubblici, aree sensibili, piazze e strade potrebbero godere di sistemi di sicurezza capaci di rilevare autonomamente anomalie, segnalandole al personale addetto (ad esempio pacchi sospetti, automezzi in aree pedonali, persone che litigano, persone che impugnano armi da fuoco, persone con passamontagna, ecc). – le stesse tecnologie possono essere anche molto utili in periodo Covid-19 perché possono segnalare persone troppo vicine tra loro, assembramenti, ingresso in edifici di persone senza mascherina, ecc

Questi 200 milioni invece verrebbero spesi per potenziare i sistemi di videosorveglianza di edifici pubblici ed aree sensibili. Videosorveglianza automatizzata.

Avremo quindi sistemi informatici di intelligenza artificiale che tracciano costantemente stadi, cinema, piazze, parchi, e che lanciano allarmi automatizzati se ci sono persone che litigano (!!), persone armate, persone con passamontagna (!!!), persone giudicate troppo vicine tra loro, assembramenti, e l’ingresso in edifici di persone senza mascherina.

Allora chiariamoci: o i nostri governanti pensano di tenere in piedi le norme di distanziamento sociale e delle mascherine per anni, e allora avremo il tempo di impostare e realizzare questo progetto; oppure si vuole potenziare la videosorveglianza pervasiva e costante della cittadinanza e quello delle norme covid-19 è solo una scusa. Scegliete voi quello che fa meno ribrezzo.

Progetto 356: 5G space based (costellazione satelliti bassa latenza per garantire banda larga)

Ammontare: 170.000.000 €

Durata: 1 anno

Realizzare una costellazione di satelliti modulare (3 famiglie di 12 esemplari ciascuna) al fine di garantire capacità 5G a banda larga e bassa latenza e copertura sul territorio nazionale, europeo e globale a unità della Difesa e altri Corpi dello Stato Organzizzazioni Nazionali

170 milioni per realizzare entro un anno 36 satelliti 5G da mettere in orbita per irradiare l’intero territorio nazionale, con buona pace del principio di precauzione che non viene valutato nemmeno per il 5G terrestre, e con una bella pietra tombale per tutte le discussioni intentate dal comitato dei 500 comuni anti-5G: spiacenti, il Comune non ha competenza sullo spazio sopra di esso.

Progetto 156: Evoluzione del Fascicolo Sanitario Elettronico e potenziamento della capacità di raccolta, elaborazione e analisi delle informazioni relative al cittadino

Ammontare: 1.500.000.000 €

Durata: 5 anni

Favorire la digitalizzazione documentale, secondo standard europei, l’armonizzazione e l’estrazione dei dati; facilitare informazione e accesso al FSE e la sua completa alimentazione; potenziare i sistemi di protezione per la consultazione sicura; realizzare una APP per la raccolta di dati clinici individuali in autocontribuzione del cittadino; potenziare la capacità regionale di raccolta, analisi e interoperabilità dei dati.

Ecco qui un bel progetto di un miliardo e mezzo che scopre l’ennesimo altarino della APP Immuni, e che la porta ad essere un sistema non limitato al Covid-19, ma tramite il quale il cittadino può inserire, ed informare lo Stato, di tutti i suoi dati clinici. In libera autocontribuzione, s’intende, cioè con il solito ricatto già usato più volte “o lo fai di tua liberissima scelta, oppure a questo servizio pubblico tu non puoi aderire”

Progetto 157: Governance del dato e modelli predittivi

Ammontare: 140.000.000 €

Durata: 5 anni

Potenziamento di strumenti e capacità previsionali e simulative attraverso strumenti di business intelligence; potenziamento di strumenti di analisi per la definizione di politiche di prevenzione e governo degli stili di vita attraverso la definzione di un modello di riferimento; potenziamento delle capacità tecniche e digitali del Ministero della Salute, anche mediante supporto consulenziale strategico e operativo.

Con questo progetto stiamo autorizzando e finanziando il Ministero della Salute a studiare i differenti stili di vita delle persone, definire quali sono gli stili di vita di riferimento, ed impostare politiche di prevenzione quando la gente dovesse decidere di non seguirli. Qui la speranza è francamente di aver capito male.

Progetto 154: Trasparenza delle informazioni per il cittadino in logica opendata

Ammontare: 9.600.000 €

Durata: 6 anni

potenziare la Comunicazione istituzionale attraverso la promozione della corretta informazione orientata all’utente, il contrasto alle fake news, la promozione del diritto alla salute e l’innovazione digitale in sanità; promuovere la cultura della Trasparenza e dell’accountability attraverso i dati sanitari aperti e, valorizzare le pratiche di riuso dei dati.

Ci voleva, altri 10 milioni di euro a debunker e ad informatori istituzionali! Con la potenziale minaccia di questa fantomatica “accountability attraverso i dati sanitari aperti”, sinistramente affine al famoso tormentone dei pro-vax “se scegli di non vaccinarti allora se vai in ospedale devi pagarti le spese mediche”. Anche qui, la speranza è francamente di aver capito male

L’altro insieme di progetti, troppo corposo da essere menzionato caso per caso, realizza il più classico magna-magna all’italiana, anche con interventi che sono spudoratamente incompatibili con la crisi covid-19: cento milioni per la formazione al ministero della Difesa, 55 milioni alla Sogei per studiare come cambiare il modo di lavorare dei dipendenti, quattro miliardi per i dottorati industriali per la transizione verde e digitale, quattro miliardi e mezzo per mettere in cloud i dati delle pubbliche amministrazioni… ma anche piccole cose come spendere undici milioni per l’acquisto di computer all-in-one nelle ambasciate con la scusa che hanno casse audio e webcam integrata!!

Buon appetito a tutti gli interessati. Nessuna paura, paga Pantalone.

Fonte: https://www.luogocomune.net/17-politica-italiana/5607-recovery-frode

********************************************

Ti potrebbero interessare:

Le ragioni di NO

®wld

L’informatrice virologa cinese: afferma che la Cina ha creato il virus COVID-19

Lascia un commento

Dr Li-Meng Yan

L’informatrice virologa cinese: afferma che la Cina ha creato il virus COVID-19

Postato da: Tyler Durden tramite ZeroHedge

La testimonianza del virologo cinese Dr. Li-Meng Yan afferma che la Cina ha creato il virus COVID-19 e lo ha rilasciato intenzionalmente per causare danni al resto del mondo. Poiché la Cina è una tecnocrazia, è complice degli obiettivi della tecnocrazia, vale a dire la distruzione del capitalismo e della libera impresa. ⁃ TN Editor

Ore dopo il suo  divieto senza cerimonie su Twitter, presumiamo, presentando le  prove  che SARS-CoV-2 è stato creato in un laboratorio di Wuhan, il virologo cinese Dr. Li-Meng Yan è apparso su “Tucker Carlson Tonight”, dove  ha detto al   conduttore di Fox News che il virus è un “Frankenstein” progettato per colpire gli esseri umani  che è stato  rilasciato intenzionalmente .

“Non potrebbe mai venire dalla natura”, lei Yan, MD / PhD che ha lavorato con il coronavirus all’Università di Hong Kong

Ci sono prove rimaste nel genoma” – che Yan ha  dettagliato in un documento scientifico di 26 pagine scritto in collaborazione con altri tre scienziati cinesi. “Non vogliono che la gente sappia questa verità. Inoltre, è per questo che vengo sospeso [da Twitter], ricevo la soppressione.  Sono l’obiettivo che il Partito Comunista Cinese vuole scomparire“.

Quando Carlson le ha chiesto perché crede che il virus sia uscito dal laboratorio di Wuhan, il dottor Yan ha detto: “Ho lavorato nel laboratorio di riferimento dell’OMS,  che è il miglior laboratorio di coronavirus al mondo all’università di Hong Kong. E le cose che ho approfondito in tale indagine in segreto dall’inizio di questa epidemia –  ho avuto la mia intelligenza attraverso la mia rete in Cina, coinvolto negli ospedali, negli istituti e anche nel governo.

“Insieme alla mia esperienza, posso dirtelo –  questo viene creato in un laboratorio.

Guardate:

Il 28 aprile il dottor Yan è  fuggito da Hong Kong con  un volo Cathay Pacific per gli Stati Uniti. Crede che la sua vita sia in pericolo e che non potrà mai tornare a casa.

“Il motivo per cui sono venuto negli Stati Uniti è perché consegno il messaggio della verità di COVID”, ha detto Yan a  Fox News  a luglio.

Come abbiamo riportato all’epoca:

Yan ha detto che la discussione tra i colleghi in Cina sulla malattia ha  preso una brusca svolta  dopo che “medici e ricercatori che avevano discusso apertamente del virus si sono  improvvisamente chiusi. “I contatti a Wuhan sono diventati completamente oscuri  e altri hanno avvertito di non chiedere loro del virus  – dicendo a Yan” Non possiamo parlarne, ma dobbiamo indossare maschere “.

“Ci sono molti, molti pazienti che non ricevono il trattamento in tempo e la diagnosi in tempo”, ha detto Yan, aggiungendo ” I medici ospedalieri hanno paura, ma non possono parlare. Il personale del CDC è spaventato.

Leggi la storia completa qui …

Fonte: https://www.technocracy.news/

Correlati:

La zombieficazione pandemica delle imprese europee

I Dati di Yelp: il 60% delle chiusure pandemiche è ora permanente

®wld

FALSO IDEOLOGICO O FALSO MATERIALE?

Lascia un commento

FALSO IDEOLOGICO O FALSO MATERIALE?

Di: Dottor Roberto Slaviero

16.09.20

Il falso ideologico è la menzogna contenuta in un documento

La falsità è ideologica perché cade sulle attestazioni dell’autore, cioè sul contenuto di un documento che, non risultando né coJntraffatto, né alterato,  reca dichiarazioni menzognere.

il falso ideologico si distingue nettamente dalJ falso materiale che si risolve nella contraffazione o nell’alterazione documentale, cioè nella creazione di un documento da parte di colui che non ne è l’autore o nella modifica del documento originale redatto da chi appare autore.

Non sono un avvocato, ma credo che nella Jtriste vicenda mondiale Corona, vi siano entrambi i reati. 

Dati falsificati, sicuramente, ed inoltre la MENZJOGNA  da parte di OMS ed altri importanti Istituti o Ministeri della Sanità mondiali, su una Pandemia inesistente! 

Parlare nuovamente e ripetutamente, sulla mortalità del marzo 2020 in Lombardia, non ha più molto senso, in quanto sappiamo cheJ la maggior parte delle morti, fu dovuta ad errori iniziali di terapie mediche; ne ho già parlato ripetutamente.

Parlare nuovamente e ripetutamente, dei certificati di morte tutti Covid, di qualsiasi morto, per motivi assicurativi e terroristici mondiali, per aumentare la conta dei morti da Corona, non ha più molto senso.

Oggi ci sono ancora milioni di persone, che credono però  nella pandemia ed hanno il terrore della seconda ondata.

Parlare nuovamente del fatto che, quel Corona si è spento dopo i soliti 60-70 giorni invernali, come da sempre accade, non ha più molto senso.

Se anche fosse stato un virus ingegnerizzato in laboratorio, tanto meglio da un certo punto di vista, in quanto la natura lo distrugge prima, come dice il Premio Nobel Prof Montagnier, che già nel tardo inverno scorso lo aveva annunciato.

La famiglia Corona, ha diverse forme virali che si modificano velocemente; ciò che fu, fu e forse tornerà tra molti anni, non ora!

Parlare di seconda fase, è criminale e senza nessun presupposto realmente scientifico.

Si vuole solo tenere la popolazione sotto assedio e l’economia sotto scacco, niente più.

Continuare a fare test sierologici o tamponi per quel Corona,  che ha perso la carica virale, per mantenere lo stato di emergenza, è un Falso Ideologico, gravissimo. 

La situazione nelle scuole italiche è allucinante per i protocolli, che per una sieropositività, potrebbe portare a quarantene o chiusure varie e perdita di lavoro per i parenti.

Trattano ormai le persone, come se fossero degli Appestati, stanno evocando tragedie medioevali, quali streghe coi capelli rossi ed eretici da bruciare al rogo.

Ma il peggio è, che moltissimi ci credono e osservano il siero positivo o il non vaccinato con paura e disprezzo.

Questo è l’annullamento e la distruzione dell’Individualità umana;

questo è lo sfregio più grande, che il genere umano fa contro il suo Creatore divino, ossia: 

ridurre il Sistema Immune, espressione della nostra individualità unica e spirituale, a materia organica infetta ed incapace di difenderci dagli attacchi interni od esterni.

Quest’inverno, come tutti i precedenti, milioni di italiani si ammaleranno di influenza, come sempre fu.

Migliaia di anziani o persone con gravi patologie purtroppo moriranno, come sempre fu.

Milioni di persone, creeranno la loro sieropositività di immunità ai virus, batteri o funghi, con i quali verranno a contatto, creando le IG, ovvero le Immunoglobuline e se tamponati risulteranno positivi.

Qualche starnuto, tosse, dolori e febbre…come sempre fu e sempre sarà!

Riportiamo il pensiero alla normalità e recuperiamo il senso della vita e della vitalità, eliminando le paure recondite.

Oggi, il pericolo maggiore, in questa sporca guerra, è lo Scandalo che viene fatto ai bambini, con l’obbligo di usare la maschera.

6” Chi invece scandalizza anche uno solo di questi piccoli che credono in me, sarebbe meglio per lui che gli fosse appesa al collo una macina girata da asino, e fosse gettato negli abissi del mare. 7 Guai al mondo per gli scandali! È inevitabile che avvengano scandali, ma guai all’uomo per colpa del quale avviene lo scandalo!” Matteo 18-6

La sottomissione voluta è criminale, e criminali sono tutti coloro che si prestano a questa sceneggiata, ben sapendo che l’utilizzo della maschera, ha senso in persone malate in fase acuta che, attraverso la tosse, potrebbero trasmettere il contagio, attraverso le goccioline di Flugge.

Come ben si sa, all’opposto, respirare le proprie esalazioni, cariche di batteri e virus, è molto più dannoso per la salute!

Ma anche questo non ha più senso ripeterlo. 

Senso ha che le persone, che hanno un minimo di raziocinio e senso critico, comincino a capire.

Ci sono sempre state fasi nella storia umana, nelle quali si sono create false aspettative politico e sociali ed hanno portato a disastri infiniti: una specie di follia collettiva ha avvolto i popoli, soggiogati e convinti ammiratori di leader infausti: mi vengono in mente due nomi, Hitler e Lenin ad esempio.

Oggi i leader sono le realtà virtuali, le televisioni e le informazioni digitali e non più cartacee. 

E’ molto facile ingannare la popolazione, quando una banda di persone, ha in mano il controllo della quasi totalità delle informazioni rilasciate.

Il futuro che ci aspetta, dipenderà da quanti individui, riusciranno a riprendersi dall’oblio in cui sono caduti. 

Sperare nella politica od in un grande politico è tempo perso; sono tutti attori pagati ed eseguono farse teatrali a comando.

Se volete cercare gli indiziati di questa sporca guerra, basta verifichiate chi, persona o multinazionale, si è molto arricchito in questa situazione e quale nazione, sta ripartendo alla grande a livello economico.

Il resto sono chiacchere da bar.

Come italiani, credo non ci resti altro che salvaguardare la nostra Costituzione, stracciata in questi mesi di emergenza.

Come singole persone, dobbiamo contrastare gli eccessi di integralismo del pensiero scientifico, stracciato anch’esso in questi anni di dittatura sanitaria.

Ricordatevi di quel che ho scritto sopra; se tante pecore vanno dietro ad un pastore folle, il dirupo le attende.

Siate più lupi o volpi, che pecore!

Ricordate una frase attribuita a Voltaire, ma pare scritta da una saggista, Beatrice Hall: 

“disapprovo quello che dici, ma difenderò fino alla morte il tuo diritto a dirlo“.

In queste poche parole, si esprimono i concetti fondamentali, dei rapporti che dovrebbero regolare la nostra società.

L’oscurantismo e l’integralismo di pensiero , religioso o scientifico, ha fatto e continua a fare danni enormi al singolo ed alla collettività. 

Uscite dagli inferi del pensiero e cominciate a salire la montagna del Purgatorio…in alto poi vi attende il CIELO

“ Per correre migliori acque alza le vele

   Omai la navicella del mio ingegno,

   Che lascia dietro a se, mar si crudele;

   E canterò di quel secondo regno

   Dove l’umano spirito si purga

   E di salir al ciel diventa degno”

Canto I Divina Commedia Dante Alighieri

Fonte: http://olisticoaltapusteria.com/

**************************************************

®wld

Quando smetteremo di muovere la nostra “Linea nella sabbia” e staremo come INDIVIDUI LIBERI?

Lascia un commento

Allora, chi vuoi essere? 

E’ una questione d’età, non è vero? E non in “Che cosa vuoi essere quando sarai grande?” Un modo, che ha il solo requisito di diventare come qualcun altro come un indicatore per essere ‘cresciuto’ (posso essere come un pompiere, amministratore delegato, metalmeccanico, scienziato … ma soprattutto, un contribuente). Finché sembri “curare” te stesso, seguire le regole ed essere un membro produttivo della società, è più facile credere nel “normale” poiché sembra che ci siano “ricompense” per andare avanti.

Ma in chi ti trasformi? Cosa sacrifichi? Cosa sei disposto a regalare? I resti di ciò che “avremmo potuto essere” non sono che un lontano ricordo (fantasia); persi tra le proiezioni ad alta definizione che ci hanno aiutato a guidarci, al punto che ora affrontiamo la (maschera). 

Allora chi vuoi essere? Ebbene, forse dovremmo definire in primis chi “noi” siamo diventati. È sicuramente facile in questi giorni inventare elenchi di cose da sottolineare sulla mia specie che porterebbero a una visione “negativa”, ma ti risparmierò questa volta e ti farò notare semplicemente che ci sono molti articoli precedenti che, potresti trovare, elabora il mio punto. 

Che cosa siamo diventati se non xenofobi che vivono nella paura della nostra morte fino al punto di non vivere; disgusto di sé al punto da accettare la nostra stessa distruzione? Persone così spaventate da “distinguersi” che vanno avanti, a vivere nell’ombra, anche quando poi sentono che non è giusto. Troppa paura per parlare, per non offendere ed essere giudicato “uno di quelli”. Cosa ci rende tali? Stiamo semplicemente mentendo ipocritamente? Siamo la definizione della codardia, minacciata principalmente da ciò che noi percepiamo e, che gli altri percepiscono di noi? 

Creiamo continuamente i nostri “demoni” da temere per sentire qualcosa che possa somigliare alla “vita”? Afferriamo qualche ‘emozione’ nel nostro mondo inattivo per sentirci vivi? Seguiremo ciecamente qualsiasi “autorità” semplicemente per sentirci parte di qualcosa; o, nulla? Guardati intorno dove siamo oggi e dimmi che la nostra mentalità mondiale non si è attenuata dalla vita. Guarda negli occhi i tuoi simili mascherati e dimmi che non sono sconfitti nella loro stessa anima. Dov’è la VITA, LA GIOIA, L’AMORE e la FORTITUDINE della mia specie? 

Credo che una parte della causa di quella sconfitta possa essere attribuita all’incapacità di definire se stessi onestamente. La costante fiducia nelle “protezioni” esterne piuttosto che nell’autoriflessione e nel miglioramento, ha reso semplice per le “soluzioni” offerte trovare un’ampia “accettazione” insieme all'”appartenenza” e all’apatia.

Le paure “presentate” sono semplicemente “definizioni” di ciò che si accetterà della loro ignoranza. “Lotta o Fuggi” non riguarda solo il suo significato letterale, in questo caso può rappresentare la pigrizia apatica della mente che “blocca” le basi della domanda e quindi della conoscenza.

Ho detto la scorsa settimana in una discussione:

L’intelligenza inizia con la semplicità delle domande.
Peccato che la maggior parte creda di aver semplicemente bisogno di “risposte”.

Alla ricerca di quelle risposte esterne, si continua semplicemente a inseguire le storie di altri che producono “nomi” e “azioni” ma non rivelano il come e il perché della questione; perché quelle sono “scelte” fatte lungo la strada. Che tipo di “persone” hanno fatto le scelte che ci hanno messo nella “situazione” che ci coinvolge tutti in questo momento? Non importa dove ti trovi nel mondo, sei “coinvolto” in questa “operazione” globale su una scala o sull’altra; volontariamente o con la forza. Ci sono “Giocatori” e “Pedine”; indovina quale siamo. 

Senza un’onesta “definizione” (attenta a non vincolare) del ME, come posso sapere che potere “io” ho? Gli io del mondo sono quelli che conoscono il potere e l’equilibrio del “ME” e del “NOI”; comprendono anche il potere del “NO”. “No! Non vivremo così” detto all’unisono è tutto ciò che ci vorrebbe per cambiare il ‘corso’ del nostro attuale ‘destino’.

L’Io sa di non essere frivolo, sfrenato o infantile con i loro no. Sanno la necessità di comprendere la base e la moralità del loro no e non la basano sull’egoismo, ma piuttosto sulla fortezza. 

Fortezza – forza d’animo che consente a una persona di affrontare il pericolo o sopportare il dolore o le avversità con coraggio – Merriam-Webster 

Si può considerare che nel “teatro” odierno di oggi si può vedere il contrario. La breve durata dell’attenzione, che è stata sviluppata, nel corso della vita, per non essere mai soddisfatta e quindi facilmente “adescata” in comportamenti e schemi di pensiero incentrati su desideri e desideri. Questo può lasciare che non si sia mai soddisfatti di ciò che si “sa”, il che può portare a rincorrere molte storie così come la più facile “accettazione” di “nuove norme”. Per sempre ‘distratto’ dall’acquisizione di vera conoscenza. 

Il “Grande Risveglio” e i “Media alternativi” sono ottimi esempi di distrazioni per il “pensatore”. Perché si può stare al passo con i desideri programmati che alimentano la breve capacità di attenzione; quali sono le novità, le ultime novità, le tendenze, i virali? Finché riescono a convincersi della “differenza” di “informazione”, possono sentirsi “elevati” al di sopra della programmazione delle masse.  

Tanti sono rimasti in diversi stadi di “risveglio”. Vedere oltre il paradigma ‘speculare’ che l”alt’ ha da offrire ma sparsi in tutto il mondo in diversi stadi di angoscia, povertà, solitudine e salute mentre si cerca di mantenere un decoro di ‘stabilità’ per pensare abbastanza chiaramente da provare e vedere cosa giace oltre le montagne delle distrazioni (drammi).Sembra che ci siano molte cose per cui COMBATTERE. 

Non puoi combattere il nemico esterno perché perderai. Il nemico esterno viene semplicemente presentato perché uno possa vedere se stesso, vedere cosa ha permesso di diventare e liberarsi volontariamente e condurre se stesso ad essere esseri liberi; per diventare il tuo “eroe” come comunità di individui.

La “scelta” è sempre stata nostra. Ogni giorno che passa ormai, è un altro chiodo nella bara dell’umanità. Quando grideremo “NO” all’unisono e ci rifiuteremo di essere “governati” nell’oblio? Quando smetteremo di muovere la nostra “Linea nella sabbia” e staremo come INDIVIDUI LIBERI?

Postato da SylvainLamoureux 

®wld

Questo è un governo che …

Lascia un commento

Rutherford: la Costituzione schiacciata sulla strada della tirannia 

Postato da: John Whitehead tramite Ruthford Inst. 

(ndr: per maggior fruizione, i link presenti all’interno dell’articolo sono tradotti automaticamente dal sistema)

Il “sistema” di una Repubblica Costituzionale è in lotta mortale con il “sistema” della tecnocrazia e della dittatura scientifica totalitaria. Uno sopravviverà e l’altro perirà. La Repubblica è attualmente alle corde, viene martellata senza sosta ma il risultato non è ancora garantito.

Perché TN dovrebbe usare un’immagine che mostra l’arresto di una giovane madre incinta in Australia il cui “crimine” stava postando su Facebook su una manifestazione pacifica contro i blocchi? Perché questa follia sta investendo il mondo ed è già arrivata in America! ⁃ TN Editor

“Nessuno prende mai il potere con l’intenzione di rinunciarvi. Il potere non è un mezzo; è una fine.” – George Orwell

Puoi mappare il viaggio di quasi 20 anni dagli attacchi dell’11 settembre alla pandemia COVID-19 in base alle libertà che abbiamo perso lungo la strada.

La strada che abbiamo percorso è stata disseminata di rottami delle nostre libertà un tempo vantate, specialmente quelle sancite nel Quarto Emendamento.

Gli attacchi alle nostre libertà iniziati con l’approvazione post-11  settembre dello USA Patriot Act hanno  gettato le basi per l’eliminazione di ogni fondamentale salvaguardia costituzionale contro l’eccessiva portata del governo, la corruzione e gli abusi. 

La pandemia COVID-19 con i suoi blocchi, i mandati di maschere, la sorveglianza, le linee di segnalazione per gli americani per denunciare i loro concittadini per comportamenti a rischio e le velate minacce di vaccinazioni forzate ha semplicemente fornito agli architetti dello stato di polizia americano un’opportunità di flessione i loro muscoli. 

Questi sono diventati indicatori di miglia sulla strada della tirannia. 

Libertà di parola, diritto di protesta, diritto di contestare le ingiustizie del governo, giusto processo, presunzione di innocenza, diritto all’autodifesa, responsabilità e trasparenza nel governo, privacy, stampa, sovranità, assemblea, integrità fisica, governo rappresentativo: tutto questo e altri sono diventati vittime nella guerra in corso del governo contro il popolo americano. Nel processo, il popolo americano è stato trattato come combattente nemico, per essere spiato, seguito, scansionato, perquisito, perquisito, sottoposto a tutti i tipi di intrusioni, intimidito, invaso, razziato, malmenato, censurato, messo a tacere, sparato, bloccato su, negato il giusto processo e ucciso.

Ciò che gli ultimi 20 anni hanno dimostrato è che il governo degli Stati Uniti rappresenta una minaccia maggiore alle nostre libertà individuali e collettive e alla sicurezza nazionale rispetto a qualsiasi terrorista, minaccia straniera o pandemia.

Permettendoci di essere distratti da esercitazioni terroristiche, guerre straniere, avvertimenti codificati a colori, politica di parte, paure pandemiche e altri esercizi attentamente costruiti di propaganda, giochi di prestigio e offuscamento, non siamo riusciti a riconoscere che il governo degli Stati Uniti, il governo quello doveva essere un “governo del popolo, dal popolo, per il popolo” – è diventato il  nemico  del popolo.

In effetti, il governo degli Stati Uniti è diventato così corrotto, avido, assetato di potere e tirannico nel corso degli ultimi 240 anni e oltre che la nostra repubblica costituzionale ha da allora lasciato il posto a  un’idiocrazia e il governo rappresentativo ha lasciato il posto a una  cleptocrazia  (a governo governato da ladri) e una  kakistocrazia  (un governo gestito da politici, corporazioni e ladri senza principi di carriera che assecondano i peggiori vizi della nostra natura e ha poco rispetto per i diritti dei cittadini americani).

Sebbene la Carta dei diritti – i primi dieci emendamenti alla Costituzione – sia stata adottata come mezzo per proteggere il popolo dalla tirannia del governo, oggi in America il governo fa quello che vuole, la libertà sia dannata.

“Noi popolo” siamo stati terrorizzati, traumatizzati e indotti in uno stato di conformità semi-permanente da un governo che non si preoccupa per nulla delle nostre vite o delle nostre libertà.

I nomi e le facce dello spauracchio sono cambiati nel tempo (terrorismo, guerra alla droga, immigrazione clandestina, pandemia virale), ma il risultato finale rimane lo stesso: nel cosiddetto nome della sicurezza nazionale, la Costituzione è stata costantemente scalfita at, minato, eroso, ridotto e generalmente scartato con il sostegno del Congresso, della Casa Bianca e dei tribunali.

Ciò che ci resta oggi non è che l’ombra del robusto documento adottato più di due secoli fa. Purtroppo, la maggior parte dei danni è stata inflitta alla Carta dei diritti. 

Ecco cosa significa vivere sotto la Costituzione, dopo l’11 settembre e nel mezzo di una pandemia di COVID-19. 

Il  Primo Emendamento  dovrebbe proteggere la libertà di dire la tua opinione, riunirsi e protestare in modo non violento senza essere imbrigliato dal governo. Protegge anche la libertà dei media, così come il diritto di adorare e pregare senza interferenze. In altre parole, gli americani non dovrebbero essere messi a tacere dal governo. Per i fondatori, tutta l’America era una zona di libertà di parola. 

Nonostante le chiare protezioni che si trovano nel Primo Emendamento, le libertà descritte in esso sono sotto costante attacco. Sempre più americani vengono arrestati e accusati di false accuse di “oltraggio alla polizia” come “interruzione della pace” o “resistenza all’arresto” per aver osato filmare agenti di polizia coinvolti in molestie o pratiche abusive. I giornalisti sono stati perseguiti per aver denunciato gli informatori. Gli stati stanno passando una legislazione per imbavagliare la segnalazione di pratiche aziendali crudeli e abusive. I ministeri religiosi vengono multati per aver tentato di nutrire e ospitare i senzatetto. I manifestanti vengono lanciati con gas lacrimogeni, picchiati, arrestati e costretti a entrare in “zone di libertà di parola”. E con il pretesto del “discorso del governo”, i tribunali hanno sostenuto che il governo può discriminare liberamente qualsiasi attività del Primo Emendamento che si svolga all’interno di un forum governativo. 

Il  secondo emendamento  aveva lo scopo di garantire “il diritto del popolo di detenere e portare armi”. Essenzialmente, questo emendamento aveva lo scopo di dare alla cittadinanza i mezzi per resistere al governo tirannico. Eppure, mentre il possesso di armi è stato riconosciuto dalla Corte Suprema degli Stati Uniti come un diritto del cittadino individuale, gli  americani rimangono impotenti a difendersi dai raid delle squadre SWAT e dagli agenti governativi armati fino ai denti con armi militari più adatte al campo di battaglia.  In quanto tale, questo emendamento è stato reso nullo. 

Il  Terzo Emendamento  rafforza il principio secondo cui i funzionari eletti dai civili sono superiori ai militari vietando ai militari di entrare nella casa di qualsiasi cittadino senza “il consenso del proprietario”. Con la polizia che si allena sempre più come i militari, si comporta come i militari e si atteggia a forze militari, completi di squadre SWAT pesantemente armate, armi militari, veicoli d’assalto, ecc., È chiaro che  ora abbiamo ciò che i fondatori temevano di più: un esercito permanente sul suolo americano

Il  quarto emendamento  proibisce agli agenti governativi di sorvegliarti o toccarti o invaderti, a meno che non abbiano delle prove che stai tramando qualcosa di criminale. In altre parole, il quarto emendamento garantisce la privacy e l’integrità fisica.  Sfortunatamente, il Quarto Emendamento ha subito i danni maggiori negli ultimi anni ed è stato del tutto eviscerato da un’espansione ingiustificata dei poteri di polizia  che includono perquisizioni a nudo e persino perquisizioni anali e vaginali di cittadini, sorveglianza (aziendale e non) e intrusioni giustificate nel nome della lotta al terrorismo, nonché dell’esternalizzazione di attività altrimenti illegali a contraenti privati. 

Il  quinto emendamento  e il  sesto emendamento  funzionano in tandem. Questi emendamenti presumibilmente assicurano che tu sia innocente fino a prova contraria e le autorità governative non possono privarti della tua vita, della tua libertà o della tua proprietà senza il diritto a un avvocato e ad un giusto processo davanti a un giudice civile. Tuttavia,  nella nuova società sospetta in cui viviamo, dove la sorveglianza è la norma, questi principi fondamentali sono stati ribaltati.  Certamente, se il governo può arbitrariamente congelare, sequestrare o rivendicare la tua proprietà (denaro, terra o proprietà) nell’ambito di schemi di confisca dei beni del governo, non hai diritti reali.

Il  settimo emendamento  garantisce ai cittadini il diritto a un processo con giuria. Eppure,  quando la popolazione non ha idea di cosa c’è nella Costituzione – l’educazione civica è praticamente scomparsa dalla maggior parte dei programmi scolastici – ciò si traduce inevitabilmente in una giuria ignorante incapace di distinguere la giustizia e la legge dalle proprie nozioni e paure preconcette. Tuttavia, poiché un numero crescente di cittadini si sta rendendo conto, il potere della giuria di annullare le azioni del governo – e quindi di aiutare a bilanciare la bilancia della giustizia – non deve essere sottovalutato. L’annullamento della giuria ricorda al governo che “noi popolo” manteniamo il potere di determinare in ultima analisi quali leggi sono giuste. 

L’ottavo emendamento  è simile al sesto in quanto si suppone che protegga i diritti degli accusati e proibisca l’uso di punizioni crudeli e insolite. Tuttavia, la determinazione della Corte Suprema che ciò che costituisce “crudele e insolito” dovrebbe dipendere dagli “standard di decenza in evoluzione che segnano il progresso di una società in via di maturazione” ci lascia con  poca protezione di fronte a una società completamente priva di morale

Il  nono emendamento  prevede che altri diritti non enumerati nella Costituzione siano comunque mantenuti dal popolo. La sovranità popolare – la convinzione che il potere di governare fluisce verso l’alto dal popolo piuttosto che verso il basso dai governanti – è chiaramente evidente in questo emendamento. Tuttavia, da allora è stato  ribaltato da un governo federale centralizzato che si considera supremo  e che continua ad approvare sempre più leggi che limitano le nostre libertà con il pretesto che ha un “importante interesse del governo” nel farlo.

Per quanto riguarda il promemoria del  Decimo Emendamento che il popolo e gli stati mantengono ogni autorità che non sia altrimenti menzionata nella Costituzione,  quella garanzia di un sistema di governo in cui il potere è diviso tra entità locali, statali e nazionali è stata resa da tempo discutibile dalla centralizzata Washington, DC, élite al potere – il presidente, il Congresso e le corti.

Se c’è un senso da ricavare da questa recitazione di libertà perdute, è semplicemente questo: le  nostre libertà individuali sono state eviscerate in modo che i poteri del governo possano essere ampliati

Intendiamoci, per “governo”, non mi riferisco alla burocrazia bipartitica altamente partigiana dei repubblicani e dei democratici. Piuttosto, mi riferisco al Deep State – la burocrazia corporativizzata, militarizzata e radicata che si è posta al di là della portata della legge e non è influenzata dalle elezioni, inalterata dai movimenti populisti e composta da funzionari non eletti che sono, in sostanza, dirigere il paese e chiamare i colpi a Washington DC, non importa chi siede alla Casa Bianca.

Questo è un governo che, insieme ai suoi partner aziendali, vede i cittadini come  consumatori e frammenti di dati  da acquistare, vendere e scambiare.

Questo è un governo che  spia e tratta i suoi cittadini come se non avessero diritto alla privacy , specialmente nelle loro case.

Questo è un governo che sta gettando le basi per utilizzare come  arma i dati biomedici del pubblico  come mezzo conveniente per penalizzare certi comportamenti sociali “inaccettabili”. 

Questo è un governo che sottopone la sua gente a  scansioni, perquisizioni, pacche e altre offese da parte della TSA  e  delle incursioni VIPR contro i cosiddetti obiettivi “morbidi”  come centri commerciali e depositi di autobus da parte di sosia di Darth Vader vestiti di nero. 

Questo è un governo che utilizza  centri di fusione, che rappresentano gli sforzi di sorveglianza combinati delle forze dell’ordine federali, statali e locali, per monitorare i movimenti dei cittadini, registrare le loro conversazioni e catalogare le loro transazioni.

Questo è un governo la cui sorveglianza da muro a muro ha dato origine a una società sospetta in cui l’onere della prova è stato invertito in modo tale che gli americani sono ora ritenuti colpevoli fino a quando non possono provare la loro innocenza.

Questo è un governo che tratta la sua gente come cittadini di seconda classe che non hanno diritti e sta facendo gli straordinari per stigmatizzare e disumanizzare chiunque non si adatti ai piani del governo per questo paese. 

Questo è un governo che usa  zone di libertà di parola, zone di bolle vaganti e leggi di violazione delle leggi  per mettere a tacere, censurare ed emarginare gli americani e limitare il loro diritto del Primo Emendamento di dire la verità al potere. I tipi di discorso che il governo considera abbastanza pericolosi da essere bandiera rossa e soggetti a censura, sorveglianza, indagini, procedimenti giudiziari ed eliminazione definitiva includono: incitamento all’odio, linguaggio di bullismo, discorso intollerante, discorso cospiratorio, discorso traditore, discorso minaccioso, discorso incendiario, discorso infiammatorio , discorso radicale, discorso antigovernativo, discorso di destra, discorso di sinistra, discorso estremista, discorso politicamente scorretto, ecc. 

Questo è un governo che adotta leggi che criminalizzano gli americani per attività altrimenti lecite come  tenere studi religiosi a casacoltivare ortaggi nel loro cortile e  raccogliere l’acqua piovana.

Questo è un governo che persiste nel rinnovare il National Defense Authorization Act (NDAA), che consente al presidente e ai militari di arrestare e detenere i cittadini americani a tempo indeterminato.

Questo è un governo che ci ha imposto il Patriot Act, che ha aperto la porta a tutti i tipi di abusi e intrusioni del governo sulla nostra privacy.

Questo è un governo che, in diretta opposizione ai terribili avvertimenti di coloro che hanno fondato il nostro paese, ha consentito al Dipartimento per la sicurezza interna (DHS) di istituire un  esercito permanente  attraverso programmi che  trasferiscono l’hardware militare in eccesso alla polizia locale e statale.

Questo è un governo che ha militarizzato la polizia nazionale americana, dotandola di armi militari come “decine di migliaia di mitragliatrici; quasi 200.000 caricatori di munizioni; migliaia di pezzi di attrezzatura mimetica e per la visione notturna; e centinaia di silenziatori, auto blindate e aerei”, oltre a veicoli blindati, cannoni sonori e simili. 

Questo è un governo che ha fornito copertura alla polizia quando sparano e uccidono individui disarmati solo per essersi fermati in un certo modo, o per muoversi in un certo modo, o per tenere in mano qualcosa, qualsiasi cosa, che la polizia potrebbe interpretare erroneamente come una pistola o innescare un grilletto. paura centrica nella mente di un agente di polizia che non ha nulla a che fare con una minaccia reale alla loro sicurezza. 

Questo è un governo che ha permesso alle società private di arricchirsi a spese dei contribuenti  rinchiudendo le persone in prigioni private per crimini non violenti, fornendo al contempo alle aziende americane una  fonte di manodopera a basso costo.

Questo è un governo che ha creato una zona libera dalla Costituzione entro 100 miglia all’interno del confine intorno agli Stati Uniti, aprendo la strada agli agenti della pattuglia di frontiera  per perquisire le case delle persone, sondare intimamente i loro corpi e sparare tra i loro averi, il tutto senza un mandato. Incredibilmente, quasi il  66% degli americani (2/3 della popolazione degli Stati Uniti, 197,4 milioni di persone) ora vive all’interno di quella zona libera dalla Costituzione, profonda 100 miglia.

Questo è un governo che tratta gli studenti delle scuole pubbliche  come se fossero detenuti, applicando politiche di tolleranza zero che  criminalizzano il comportamento infantile, non riuscendo a insegnare loro i loro diritti secondo la Costituzione e indottrinandoli con insegnamenti che enfatizzano la memorizzazione meccanica e il superamento dei test sull’apprendimento , sintesi e pensiero critico.

Questo è un governo che sta operando in negativo su tutti i fronti: sta spendendo molto di più di quanto guadagna (e prende dai contribuenti americani) e sta facendo ingenti prestiti ( da governi stranieri e previdenza sociale) per mantenere il governo operativo e  finanziando le sue infinite guerre all’estero. Nel frattempo, le infrastrutture della nazione – ferrovie, condutture idriche, porti, dighe, ponti, aeroporti e strade – si stanno  rapidamente deteriorando.

Questo è un governo la cui violenza armata – inflitta a individui disarmati da squadre SWAT addestrate sul campo di battaglia, polizia militarizzata e agenti governativi burocratici addestrati a sparare prima e fare domande in seguito – rappresenta una minaccia maggiore per la sicurezza e la sicurezza della nazione di qualsiasi massa tiratore. Secondo quanto riferito, ora ci sono  più agenti governativi burocratici (non militari) armati di armi letali ad alta tecnologia rispetto ai Marines statunitensi.

Questo è un governo che ha permesso alla presidenza di diventare una dittatura che opera al di sopra e al di là della legge, indipendentemente da quale partito sia al potere.

Questo è un governo che tratta dissidenti, informatori e combattenti per la libertà come nemici dello stato.

Questo è un governo – un impero in guerra – che costringe i suoi contribuenti a pagare per guerre all’estero che non servono ad  altro scopo se non quello di espandere la portata del complesso industriale militare.

Questo è un governo che negli ultimi decenni ha scatenato orrori indicibili sul mondo, inclusa la sua stessa cittadinanza, in nome della conquista globale, l’acquisizione di maggiore ricchezza, sperimentazione scientifica e progressi tecnologici, il tutto confezionato sotto le spoglie del bene superiore.

Questo è un governo che consente ai suoi agenti di infrangere le leggi con immunità, mentre gli americani medi si fanno prendere il libro.

Questo è un governo che parla un linguaggio della forza. Qual è questo linguaggio della forza? Polizia militarizzata. Squadre antisommossa. Abbigliamento mimetico. Uniformi nere. Veicoli blindati. Arresti di massa. Spray al peperoncino. Gas lacrimogeno. Bastoni. Striscia ricerche. Telecamere di sorveglianza. Gilet in kevlar. Droni. Armi letali.  Armi meno che letali scatenate con una forza mortale.  Proiettili di gomma. Cannoni d’acqua. Granate stordenti. Arresti di giornalisti. Tattiche di controllo della folla. Tattiche di intimidazione. Brutalità. Disprezzo delle accuse di polizia.

Questo è un governo che giustifica ogni sorta di tirannia governativa e prese di potere nel cosiddetto nome della sicurezza nazionale, delle crisi nazionali e delle emergenze nazionali.

Questo è un governo che esporta violenza in tutto il mondo, con una delle esportazioni più redditizie di questo paese che sono le armi. In effetti, gli Stati Uniti, il  più grande esportatore mondiale di armi, hanno venduto violenza al mondo per sostenere il complesso industriale militare e mantenere le sue infinite guerre all’estero.

Questo è un governo consumato dallo spremere fino all’ultimo centesimo dalla popolazione e apparentemente indifferente se le libertà essenziali vengono calpestate nel processo.

Questo è un governo che crede di avere l’autorità di perquisire, sequestrare, spogliare, scansionare, spiare, sondare, picchiare, taser e arrestare  qualsiasi  individuo in  qualsiasi  momento e per la  minima  provocazione, la Costituzione sia dannata.

In sintesi, questo è un governo che mina regolarmente la Costituzione e calpesta i diritti dei cittadini.

Questo non è   un governo che crede nella libertà, per non parlare della difesa.

Allora dove ci lascia?

Come sempre, il primo passo inizia con “noi persone”. 

Coloro che ci hanno dato la Costituzione e la Carta dei diritti credevano che il  governo esistesse per volere dei suoi cittadini. È lì per proteggere, difendere e persino migliorare le nostre libertà, non per violarle. Il nostro potere come cittadinanza deriva dalla nostra capacità di concordare e restare uniti su alcuni  principi di libertà  che dovrebbero essere non negoziabili.

Non è stato un caso inutile che la Costituzione si apra con queste tre potenti parole: “Noi popolo”. In altre parole, abbiamo il potere di creare e distruggere il governo. Noi siamo i padroni e loro sono i servi. Noi, il popolo americano, la cittadinanza, siamo gli arbitri e gli ultimi custodi del benessere, della difesa, della libertà, delle leggi e della prosperità dell’America.

Come chiarisco nel mio libro  Battlefield America: The War on the American People, finora siamo riusciti a tenere a bada il lupo. Appena.

Le nostre priorità nazionali devono essere ridefinite. Ad esempio, alcuni sostengono che dobbiamo rendere di nuovo grande l’America. Io, per esempio, preferirei rendere di nuovo libera l’America. 

Leggi la storia completa qui …

Link alla fonte: https://www.technocracy.news/rutherford-crushing-the-constitution-on-the-road-to-tyranny/

®wld 

Older Entries