Home

I credenti del riscaldamento globale stanno dormendo

Lascia un commento

 Il riscaldamento globale sul ghiaccio

 di Mark Sircus 7 giugno 2018 dal sito DrSircus 

Che cosa meritano le cheerleaders del riscaldamento globale dopo aver sperperato le nostre immaginazioni collettive nella più stupenda menzogna della storia del mondo?

Mentre le temperature del mondo precipitano, con l’intensificarsi dei cambiamenti climatici, l’umanità si trova di fronte a un folto gruppo di cospiratori che continuano a insistere su qualcosa che non è vero.

Le notizie false sono all’ordine del giorno e da nessuna parte è più chiaramente dimostrato di quanto non sia nella storia del riscaldamento globale artificiale.

I veri negazionisti del clima sono quelli che negano la verità del cambiamento climatico, che è la verità di Madre Natura, non una sorta di racconto fantasy politico sostenuto da scienziati che hanno venduto le loro anime al dollaro.

Non ci può essere più alcun dubbio sul fatto che siamo di fronte a un pianeta che si raffredda, un pianeta che ha improvvisamente accorciato le stagioni di crescita, il che danneggerebbe drammaticamente il settore agricolo.

E secondo l’ex direttore della CIA, abbiamo anche un raffreddamento globale artificiale, che sta assistendo i cicli solari naturali e le eruzioni vulcaniche in continuo aumento che sta anche guidando il raffreddamento.

Il livello di aggressione sull’immaginazione dell’intelligenza 

L’espressione negativa dell’aggressività a questo livello di consapevolezza è l’uso calcolato dell’immaginazione per asservire gli uomini.

La guerra psicologica è un esempio, ma oltre a questo, è l’uso armato dell’immaginazione da parte degli uomini che sanno che ciò che le persone pensano di se stessi è ciò che diventano.

Quindi, non ci può essere maggiore aggressività che manipolare e promuovere consapevolmente uomini e donne ignari nel vedere se stessi o il mondo come qualcosa che essi o non sono, in modo che possano essere sfruttati.

Potremmo anche riportare i Papi sin dal Medioevo e iniziare a credere, come fanno ancora alcune persone, che la terra è piatta…

Incontro persone perfettamente ragionevoli che sono piuttosto scioccate quando parlo del raffreddamento globale.

I “poteri che sono“, lo stato profondo in America, le élite globali e tutti i principali sbocchi mediatici del mondo hanno fatto un buon lavoro convincendo centinaia di milioni di persone sul riscaldamento globale “artificiale” e sulla natura malvagia della CO2, ma in realtà il biossido di carbonio è uno dei gas più necessari per la vita e la salute .

Ho detto alla gente di svegliarsi e iniziare a prestare attenzione al prossimo periodo freddo e iniziare a pensare e fare piani per affrontare ciò che è già iniziato.

Lo faccio da dieci anni mentre la stampa urla “il ghiaccio si sta sciogliendo, il ghiaccio si sta sciogliendo” quando non lo è. I credenti del riscaldamento globale stanno dormendo, ma alcuni di noi devono svegliarsi e prestare attenzione a quello che sta succedendo.

Il governatore del Minnesota ha dovuto aprire gli occhi ed emettere un ordine esecutivo di emergenza a causa della tarda primavera, in cui gli agricoltori “si trovano ad affrontare una stagione di semina in ritardo e abbreviata”.

Il 1 ° giugno 2018 è il primo giorno di un mese estivo e il suo congelamento a Mosca . Era la prima volta che scendeva sotto lo zero il 1 giugno.

Anche nel centro della capitale, la temperatura è scesa a 6,5 ​​° C rispetto al precedente record di 6,6 ° C, che era la notte più fredda dal 1948, e nei pressi dell’Università Statale di Mosca la temperatura è scesa a 5,5 ° C.

La temperatura più fredda degli ultimi 80 anni era presso la stazione TCAA, a 4,5 ° C, ma il luogo più freddo era nei sobborghi, dove il mercurio scendeva a -1,7 ° C.

In Canada era più o meno la stessa cosa. Alcune persone che si svegliavano in alcune parti di Terranova hanno avuto una scossa invernale quando hanno guardato fuori dalla finestra e hanno visto il bianco.

Le aree intorno a Gander e St. John’s hanno una leggera spolverata di neve quando le temperature sono scese a circa -1 ° C, con un vento gelido di circa -7 ° C. Alcuni lo hanno definito uno scherzo crudele sulla primavera.

Lo chiamo il volto del raffreddamento globale.

“Ci stiamo immergendo ora in una profonda mini glaciazione”, dice l’astrofisico Piers Corbyn (sotto il video). “E non c’è via d’uscita …”

Per i prossimi 20 anni diventerà in media più freddo e più freddo, dice Piers Corbyn.

“I livelli di anidride carbonica non hanno alcun impatto – ripeto, “qualsiasi” impatto – sul clima: la teoria della CO 2 è sbagliata sin dall’inizio.

Il fatto è che il sole regola la temperatura del mare, e la temperatura del mare governa il clima. Il messaggio fondamentale è che il sole sta controllando il clima, principalmente via mare.”

I dati della NASA mostrano che le temperature globali sono diminuite drasticamente negli ultimi due anni.

Questo rende la NASA un ‘negatore’ del riscaldamento globale? 

Aaron Brown guardò i dati ufficiali della temperatura della NASA e notò qualcosa di sorprendente.

Da febbraio 2016 a febbraio 2018,

“Le temperature medie globali sono scese di 0,56 gradi Celsius.”

Questo, osserva, è il più grande calo di due anni nel secolo scorso.

“Il Big Chill 2016-2018”, scrive, “era composto da due Little Chills, il più grande calo di cinque mesi di sempre (da febbraio a giugno 2016) e il quarto più grande (da febbraio a giugno 2017) Un evento simile da febbraio a giugno 2018 porterebbe temperature medie globali inferiori alla media degli anni ’80.”

Il forte calo delle temperature alla fine di maggio fa riferimento a uno degli inverni più rigidi della Nuova Zelanda negli ultimi anni, secondo un meteorologo MetService.

Nel frattempo, in Canada, lo scorso inverno ha consegnato “perdite insostenibili” agli apicoltori dell’Ontario.

Cattive notizie non solo per gli apicoltori, ma anche per i coltivatori di ortaggi e frutta che dipendono dalle api per l’impollinazione. Un’indagine su quasi 900 apicoltori dell’Ontario ha indicato che il 70% ha subito perdite insostenibili.

Più del 40% ha dichiarato che il recente lungo inverno freddo che si è esteso alla primavera è stato il motivo principale delle pesanti perdite delle colonie. Vediamo anche che in Quebec la produzione di sciroppo d’acero è crollata dopo primavera insolitamente fredda.

In Irlanda sembrano essere circa 3 settimane indietro nella stagione.

“Il mio vicino non è stato in grado di arare perché è stato troppo bagnato e il primo taglio di insilato che avrebbe dovuto accadere ormai non è perché non c’è stata abbastanza crescita nell’erba.

Sembra dubbio che quest’anno ci sarà un secondo taglio, se ci sarà un primo taglio, il che significa che il prossimo inverno l’Irlanda potrebbe avere una crisi alimentare ancora peggiore rispetto a quella dello scorso inverno.

Abbiamo colpito solo 20 gradi C (68ºF) due volte quest’anno e siamo qui alla fine di maggio con alcuni alberi che stanno appena spuntando “.

Una tempesta di “violenza senza precedenti” ha provocato una vasta distruzione nelle zone di Bordeaux e Cognac nella Francia occidentale domenica 27 maggio.

La tempesta ha colpito la zona della Gironda, dove hanno origine molti dei vini rossi più famosi della Francia, e più a nord nelle regioni della Charente e della Charente-Maritime.

“È uno shock, è stata una tempesta di violenza senza precedenti per 10 minuti”, ha detto domenica alla radio Franceinfo il capo dell’associazione di un viticoltore della zona di Cotes-de-Bourg, Didier Gontier.

Alcuni viticoltori hanno perso il 100% del loro raccolto.

La fine della scienza, la fine della verità, la fine dei “democratici” … 

Tutto questo sembra il periodo più caldo della storia recente? Ai fanatici del riscaldamento globale

Questa è una “storia politica”, quindi comprensibile; tuttavia stiamo parlando di clima e clima, non di politica. I politici e persino i Papi sono andati oltre la fine della fantasia.

Basandosi su un credo che ignora l’influenza del sole sul clima, Al Gore, Obama e Hillary Clinton ne hanno fatto un veloce credo sul pubblico e se l’è cavata.

Tuttavia, ora sono presi in una trappola dalla quale non c’è via di fuga.

Bernie non diventerà mai presidente nel 2020 perché è un democratico e Trump probabilmente sarà un calzolaio perché è stato uno dei pochi politici al mondo ad alzarsi (almeno per metà) alla storia del riscaldamento globale “artificiale” …

Tutto ciò sta accadendo in tempo reale, ma è stato ovvio per gli osservatori più acuti:

a chiunque capisca quanto sia fondamentale l’attività solare per il clima del nostro mondo.

https://www.bibliotecapleyades.net/

®wld

Annunci

La dieta di una persona svolge un ruolo cruciale

Lascia un commento

Ridurre il rischio di malattie cardiache facendo uso di banane e avocado 

Di Naturale News

Quando si tratta di salute del cuore, la dieta di una persona svolge un ruolo cruciale. È noto che mangiare una buona quantità di cibi salutari come il tonno, le noci, le bacche e la farina d’avena mantengono il cuore in perfetta forma. Ma ci sono altri due alimenti che fanno anche un buon lavoro di protezione del cuore: banane e avocado.

Entrambi i frutti contengono un’alta quantità di potassio, un minerale che, secondo uno studio pubblicato su JCI Insight, è necessario per un cuore sano. Lo studio, condotto da ricercatori dell’Università dell’Alabama di Birmingham , ha utilizzato topi inclini a sviluppare l’ aterosclerosi, una malattia in cui le arterie si restringono a causa dell’accumulo di placca. Per 30 settimane, i topi sono sopravvissuti a una dieta ricca di grassi e colesterolo che conteneva diversi livelli di potassio nella dieta: basso contenuto di potassio (0,3 percento peso / peso), potassio normale (0,7 percento peso / peso) e potassio alto (2,1 percento peso / peso).

Rispetto ai topi normali di potassio, gli animali nel gruppo a basso contenuto di potassio hanno mostrato segni di aumento della calcificazione vascolare e rigidità aortica. Al contrario, quelli nel gruppo ad alto contenuto di potassio erano contrassegnati da riduzioni di rigidità e calcificazione.

Un esame più approfondito ha rivelato l’impatto pieno e diretto del potassio sul cuore. Dopo aver esaminato le sezioni trasversali arteriose, i ricercatori hanno scoperto anelli arteriosi calcificati nel gruppo a basso contenuto di potassio. È stato osservato il contrario negli anelli arteriosi del gruppo ad alto contenuto di potassio.

Successivamente, i ricercatori hanno poi esaminato gli effetti della coltura cellulare a basso contenuto di potassio sulle cellule muscolari lisce vascolari. L’espressione di numerosi marcatori genetici associati a cellule ossee è aumentata esponenzialmente in queste condizioni. Tuttavia, l’espressione delle cellule muscolari lisce vascolari è diminuita, indicando che un ambiente a basso contenuto di potassio potrebbe causare la trasformazione di questi marcatori in cellule simili a quelle ossee.

I ricercatori hanno notato che c’erano diversi fattori dell’ambiente a basso contenuto di sodio che portano a questa reazione. In particolare, il calcio intracellulare delle cellule muscolari lisce vascolari è stato elevato attraverso un canale di trasporto del potassio noto come canale di potassio rettificato verso l’interno. Inoltre, l’attivazione di mediatori a valle come la proteina chinasi C e la proteina legante gli elementi di risposta del cAMP (CERB) sembra incoraggiare ulteriormente la calcificazione. (Correlato: prevenire le malattie cardiache non significa solo ridurre l’apporto di sale, ma aumentare anche il tuo potassio alimentare ).

“In sintesi, abbiamo determinato un nesso causale tra riduzione del potassio nella dieta e calcificazione vascolare nell’aterosclerosi”, hanno concluso i ricercatori. “Questi risultati forniscono intuizioni molecolari nella regolazione precedentemente non apprezzata della calcificazione e rigidità vascolare da assunzione di potassio basso e sottolineano la necessità di considerare l’assunzione di potassio nella dieta per la prevenzione delle complicanze vascolari dell’aterosclerosi.”   

Il “frullato è un modo per ottenere la tua correzione giornaliera

Per la tua dose giornaliera di potassio, banane e avocado sono semplicemente i migliori. Possono essere gustati così come sono o combinati in un frullato deliziosamente soddisfacente e sano. Parte di ciò che rende gli smoothies grandi è che puoi facilmente personalizzarli per adattarli alle tue preferenze. Ad esempio, potresti preparare un frullato al potassio aggiungendo verdure verdi scure come gli spinaci.

Ma se vuoi goderti un frullato di banana e avocado davvero dolce e cremoso, segui la ricetta qui sotto, grazie a ThankHeavens.com.au:   

Ingredienti:

1 avocado di medie dimensioni morbido e sbucciato

1 banana

1/2 tazza di yogurt (preferibilmente greco o non zuccherato)

1 tazza di latte senza latte non zuccherato a scelta (latte di mandorle, latte di riso e latte di soia sono tutti ideali)

1 cucchiaino di estratto di vaniglia biologico

3 cucchiaini di dolcificante naturale a scelta (miele o sciroppo d’acero funzionano bene in questa ricetta)

Cubetti di ghiaccio

Preparazione:

  1. Lanciare l’avocado, la banana e lo yogurt in un frullatore e frullare fino a renderli omogenei.
  2. Getta gli ingredienti rimanenti e mescola finché tutto è uniformemente mescolato.
  3. Trasferiscilo in un barattolo di vetro o di vetro e divertiti.

Scopri altri modi per prendersi cura del tuo cuore visitando Heart.news oggi.

Le fonti includono:

NaturalHealth365.com

Insight.JCI.org

ThankHeavens.com.au

Fonte:  https://www.naturalnews.com/

®wld

L’albero evolutivo di tutte le religioni sulla Terra

Lascia un commento

Grafico creato da Simon E. Davies.

L’inizio della religione: questo è l’albero evolutivo di tutte le religioni sulla Terra 

Di Ivan

Sin dagli albori dell’umanità, gli umani hanno cercato di dare un senso al loro mondo, soprattutto di fronte a fenomeni sconosciuti come “cosa causa tempeste”, “cosa ci succede dopo la morte” e “come è stato formato il mondo”? È plausibile che da tali domande si siano formate le nostre prime religioni primitive.

La prima prova di una pratica religiosa può essere fatta risalire a 100.000 anni fa quando abbiamo iniziato a seppellire i nostri morti. Sebbene non possiamo definire questo come l’origine della fede, suggerisce che agli albori dell’umanità, avevamo iniziato a considerare una specie di aldilà.

Nel corso del tempo, questa pratica religiosa ha dato origine a una nuova ideologia che si è diffusa in tutti i continenti, conosciuta oggi come “animismo”. Questa fede emergente era il sistema di credenze di base che si sarebbe evoluto e si sarebbe espanso in numerose altre ideologie in tutto il mondo. Il viaggio di queste religioni in evoluzione può essere suddiviso in tre periodi classici.

Va notato che questi periodi non sono indicativi di una nuova ideologia che migliora i precedenti sistemi di fede. Le religioni cambiano nel tempo, si estinguono e si dividono in tradizioni distinte.

Si adattano al loro ambiente, costruiscono il loro ambiente in parte, tutto proprio come fa l’evoluzione organica.   

Periodo 1: Animismo (100.000 a.C. – Presente) 

Gli umani cominciarono a credere che i costrutti naturali (ad es. Piante, animali, rocce e vento) possedessero un’essenza spirituale. Si credeva che queste entità spirituali avessero poteri e temperamenti che influenzarono il nostro mondo quotidiano. Adorando questi esseri divini, si è creduto che potessimo mantenere l’armonia con questo mondo spirituale e ottenere da loro favori.   

Periodo 2: Politeismo (15.000 a.C. – Presente) 

Le radici del politeismo potrebbero trovarsi nell’era epipaleolitica. Linguisti e storici hanno definito un’ipotetica famiglia linguistica chiamata Nostratic, che sembra aver influenzato tutti i dialetti africano ed euroasiatico. Molte delle parole che possono essere ricostruite coinvolgono gli dei della natura (come la madre terra e il padre del cielo). Ciò suggerisce che gli spiriti della natura dell’animismo si erano evoluti in una nuova generazione di Dei (dando agli esseri astratti del tuono e dell’acqua una forma più umana). Durante la rivoluzione neolitica, iniziarono ad emergere civiltà che richiedevano nuove aree di competenza (ad es. Legislazione, metallurgia, agricoltura e commercio). Erano i discendenti degli dei nostratici (ad esempio gli indoeuropei e i sumeri) che assunsero il ruolo di guida e leader nel mondo civilizzato.

Tipicamente questi esseri divini erano divisi in diverse classi, che sorvegliavano i cieli, il regno dei morti e il mondo sotterraneo. Ciascuna divinità possedeva i propri poteri, pratica religiosa e dominio (ad es. Commercio, diplomazia, guerra, ecc.). L’uomo potrebbe adorare uno o tutti questi esseri, ottenendo il favore da loro tramite le offerte, la preghiera e persino il sacrificio.

Periodo 3: Monoteismo (1348 a.C. – Presente) 

Nell’età del bronzo, un nuovo movimento prese forma dando la priorità a un Dio su tutte le altre divinità. Questo sistema è noto come Monoteismo – una credenza in un Essere Supremo. Nel 1348 a.C., il faraone Akhenaton, elevò un dio meno conosciuto chiamato “Aten” allo status supremo, sottovalutando il ruolo di tutte le altre divinità egiziane. Un po’ più tardi in Iran, Zoroastro (un prete persiano) sostenne che “Ahura Mazda” fosse l’unica divinità suprema. Questo nuovo sistema emergente postulò che un dio creatore aveva formato l’universo conosciuto ed era totalmente autosufficiente, capace di governare su tutti gli altri domini. Questa idea divenne importante nel giudaismo, nel cristianesimo, nell’islam e nel sikhismo.

La maggior parte dei sistemi monoteistici tendono ad essere di natura esclusiva, il che significava che gli dei del Vecchio Mondo dovevano essere eliminati dalla coscienza dell’uomo. Di conseguenza, le religioni monoteistiche mostravano una tolleranza religiosa inferiore rispetto alle religioni politeiste, con il risultato di molte guerre e dispute politiche.

Questo articolo è stato scritto da Simon E. Davies. Collaboratore su Ancient-Code.com

Fonte:  https://www.ancient-code.com/

®wld

Piccola era glaciale – GRANDE FREDDO

Lascia un commento

Racconto terrificante della Piccola Era Glaciale – Parte 5a 

Di Robert Felix – 11 maggio 2018   

Un video imperdibile

“Quando parlo con la gente del Grand Solar Minimum (GSM) di solito gli consiglio il documentario della BBC intitolato” Little Ice Age Big Chill”, “dice il lettore Norman Grant Smith. “Dico loro che il documentario mostrerà esattamente quello che è accaduto durante l’ultimo GSM, e questo è esattamente ciò che accadrà nel prossimo GSM che sta iniziando proprio adesso”.

“Questo video è un’incredibile lezione di storia. Ed è anche una specie di storia dell’orrore.

Le persone mangiano i propri figli.

Migliaia e migliaia di “streghe” vengono bruciate per non “causare nuvole, piogge, tempeste di neve, fallimenti, pestilenze, ecc. È assolutamente da vedere per tutti noi.”

È un video estremamente lungo, quindi ho preso appunti in parti da 15 minuti.

Queste le annotazioni dai 57 minuti a 1:08 minuti.

Guerra

 

La vittoria o la sconfitta dipendevano spesso dal clima gelido. I generali avevano imparato che il tempo poteva diventare il loro nemico più formidabile.

Gli scheletri di oltre 3.000 soldati delle forze di Napoleone Bonaparte furono trovati in una fossa comune a Vilnius, in Lituania, vittime della Piccola Era Glaciale.

La lezione di Napoleone iniziò nell’autunno del 1812 dopo aver invaso la Russia con una mastodontica forza di 600.000 uomini.

Sebbene fosse riuscito a conquistare Mosca, non riuscì però a sconfiggere l’esercito russo. Tre quarti degli uomini di Napoleone morirono per la fame.

Mentre ordinava ai suoi restanti 130.000 soldati la ritirata verso il ritorno a casa, il clima gelido prese una svolta da incubo. La temperatura scese in quegli anni a 30 gradi sotto lo zero.

Le truppe stanche e affamate di Napoleone cominciarono a morire a migliaia. Molti congelarono a morte mentre dormivano. Molti combatterono contro il freddo pungente, solo per morire di fame. Solo 40.000 soldati, una piccola parte di quelli che iniziarono la guerra, tornarono a Vilnius. Ma nella città rimase pochissimo cibo e migliaia di soldati morirono di fame. Migliaia di altri soldati morirono negli ospedali da campo di lunga data di cancrena e tifo.

Solo circa 5.000 dei 40.000 soldati fuggirono riuscendo a lasciare la città di Vilnius.

Il video parla anche della distruzione dell’Armata Spagnola con temperature inferiori allo zero … all’inizio di settembre. Alcuni marinai in realtà morirono congelati, ancora una volta, all’inizio di settembre. In tutto, la tempesta distrusse 56 navi da guerra dell’armata. La maggior parte di quelle che tornarono in Spagna risultarono così malconce da essere smantellate. Un totale di 21.000 spagnoli morirono.

Nel 1776, la Piccola Era Glaciale di nuovo aiutò a cambiare il corso della storia.

Sembrava che la rivoluzione americana fosse persa. Ma alla vigilia di Natale, il generale George Washington guidò le sue truppe attraverso il fiume Delaware. Durante la piccola era glaciale, a differenza di oggi, il Delaware era spesso coperto di ghiaccio. E in questa particolare vigilia di Natale, fu “soffocato” dal ghiaccio. Ma dopo nove ore, le truppe di Washington attraversarono il fiume riuscendo nel loro attacco a sorpresa. Il successo di quell’attacco salvò la rivoluzione.

Ancora doveva arrivare: Il famigerato “Anno senza estate”.

Ho smesso di prendere appunti a 1:08 minuti. Altri 15 minuti nella prossima parte.

Grazie a Norman Grant Smith per questo video

Fonte: Ice Age Now

Enzo Attività Solare

Almanacco di giugno 2018

Lascia un commento

  

(Perché) Un’economia globale rotta sta annullando l’ordine internazionale

Oppure, quali Trump, Macron e Trudeau non sanno che stanno combattendo ancora  

Voglio raccontarti una storia su un mondo che è caduto a pezzi.   

Come probabilmente sapete, i leader mondiali sono inorriditi contro un presidente americano che vuole escluderlo – e per “esso”, intendo gli ultimi cinquanta anni. Accordi commerciali, trattati internazionali, alleanze, opere – l’ordine globale. Ecco cosa non sai. Qualcosa è andato storto. Quindi, è sbagliato che i leader globali di oggi, Trump, Macron, Trudeau, Merkel, Lagarde, non capiscano nemmeno di cosa stanno litigando – eppure.   

L’economia globale come la conosciamo è stata costruita per il beneficio – e quindi anche per essere alimentata – dal consumatore americano. Ora, il “consumatore” americano era anche il lavoratore americano – ma gli economisti non avevano ancora capito questa parte, anche se potrebbe sembrare ovvio, e ci ritorneremo tra un momento.   

Di conseguenza, è iniziata un’epoca di accordi di “libero scambio” e trattati e accordi internazionali. Non erano “liberi”, in realtà – i lavoratori di altri paesi non erano “liberi”, ad esempio, per trasferirsi negli Stati Uniti, per godere di protezioni del lavoro dignitose, sindacati e così via. Il punto di questi accordi era quindi in gran parte quello di ottenere merci di ogni tipo – automobili, computer, vestiti – per gli americani, nel modo più economico e rapido possibile. “Libero” come in: sei libero di vendere roba in America. Vai per esso – più economico e più veloce di chiunque altro! Continua in lingua inglese QUI

Cronache della Transizione  

Trump sta modificando velocemente i rapporti di forza all’interno dell’Occidente. (redazione)  

di Pierluigi Fagan  

Trump sta modificando velocemente i rapporti di forza all’interno dell’Occidente.

Il Giappone sta già andando per conto suo dovendosi anche ricentrare sul suo quadrante geo-naturale che è l’Asia, non l’occidente.   

L’Italia, nella nuova configurazione di governo, si presta a ruolo di quinta colonna che vorrebbe usare la spinta americana, per modificare i rapporti di forza interni all’Europa.   

La Gran Bretagna è al momento silente e paralitica poiché a sua volta in transizione non avendo ancora mani completamente libere data la procedura in corso di divorzio con l’UE.   

Il Canada è sotto bombardamento dazi-NAFTA e comunque, con tutta la simpatia per quel bel Paese, conta quanto il due di coppe a briscola quando regna bastoni. Rimangono così Francia e Germania.   

Sulla Germania già sappiamo molte cose. Accusata di eccesso mercantilista, di far la vergine delle rocce con la Russia con cui continua a fare affari e soprattutto condotte di gas, reticente a finanziarie la NATO da par suo, altrettanto avviluppata in amorosi sensi con la Cina, attaccata con violenza su Deutsche Bank, acciao e suoi derivati manifatturieri, adesso si beccherà le fatidiche barriere sulle auto, core business della sua industria metallica ovvero core economy. Altresì, la Germania è il perno sia del’euro che della UE che sono intesi come suoi sistemi di egemonia.  

L’euro occupa il 30% delle riserve mondiali, percentuale sottratta soprattutto al dollaro e visto che volenti o nolenti, si dovrà far spazio allo yuan (che tanto concesso o conquistato, il suo spazio naturale se lo prenderà per semplici ragioni di volumi), converrebbe a gli americani distruggerlo perché vaso di coccio tra vasi di ferro. Continua a leggere QUI  

 

Nel vortice di autodistruzione dell’Occidente-Mondo  

Maurizio Blondet

“La Russia deve essere al G7, piaccia o no, dobbiamo avere la Russia al tavolo negoziale”, vibra Trump in una non certo improvvisata uscita, e i salotti tv anti-governativi scoprono che il primo ministro Giuseppe Conte, quello da loro dipinto come uno sciocco re travicello di una alleanza populista velleitaria, impreparata e scema, può dire al suo primo vertice in Canada, per nulla intimidito: “Sono d’accordo con il presidente Donald Trump, la Russia dovrebbe tornare al G8. Nell’interesse di tutti”.  

Non è che ci sia qui una qualche alleanza. Quella cui assistiamo è la disintegrazione dell’ordine occidentale, che comporta inaspettate ricomposizioni, forse temporanee. Le centrali pensanti inglesi, nel travaglio di un Brexit che Merkel-Juncker vogliono sempre più ostile e punitivo, ha colto l’occasione per appoggiare il ben fondato malcontento italiano, spiegando in diversi articoli come sia la Germania la sola che ci ha guadagnato dall’euro, e quella che ha più da perdere facendo della UE “un nemico invece che un alleato” dell’Italia. E in altri articoli, hanno spiegato a fondo la crisi di Deutsche Bank. E un articolo del Financial Times ha non poco poter nel mondo della finanza internazionale. continua a leggere QUI

  

La Gruber al Bilderberg, Mazzucco: davvero ve ne stupite? 

Ma davvero abbiamo bisogno di leggere che Lilli Gruber partecipa al salotto del Bilderberg per scoprire che la sua attendibilità è condizionata? Non ci arriviamo, da soli, a supporre che la Gruber parli regolarmente con qualcuno – non necessariamente il famigerato Bilderberg – prima di decidere cosa raccontarci, che tipo di contenuti somministrarci e quale genere di ospiti propinarci, invariabilmente, ogni sera? Insomma: va bene tutto, ma ormai siamo piuttosto grandicelli per fare i nostri ragionamenti, al di là del solito gossip complottistico e decisamente naif, pronto a scatenarsi non appena l’ombra del “diavolo” compare all’orizzonte. E’ lo sfogo, in apparenza semiserio ma in realtà serissimo, che Massimo Mazzucco affida agli ascoltatori di Fabio Frabetti, animatore di “Border Nights” e della diretta web-streaming “Mazzucco Live”, il sabato pomeriggio su YouTube. Un’occasione per riflettere su aspetti inesplorati del giornalismo, inclusi i risvolti recentissimi dell’attualità politica. «Salvini? E’ partito bene: impeccabile la sua denuncia dell’atteggiamento di Malta. Perché mai le navi-soccorso che passano davanti all’isola non vi sbarcano mai i migranti raccolti in mare, preferendo dirottarli in Italia?». Lo svelò un leader dell’opposizione maltese, Simon Busuttil: il governo Renzi sottoscrisse un patto segreto, in base al quale Malta smista su Lampedusa i naufraghi, e in cambio concede all’Italia il permesso di effettuare trivellazioni petrolifere. Continua a leggere QUI 

 

Morto che parla: le bugie di Prodi e la Repubblica senza idee 

Romano Prodi, ancora lui. «Due volte presidente del Consiglio», lo presenta Simona Casalini su “Repubblica”, evitando di evidenziare le funzioni rivelatrici che ne illuminano il curriculum: privatizzatore dell’Iri, presidente della Commissione Europea e advisor europeo della Goldman Sachs, la cupola di “bankster” che ha infiltrato le economie nazionali per saccheggiarle crocifiggendole al debito, come la Grecia a cui lavorò Mario Draghi. Ma, per “Repubblica”, nel giugno 2018 – con Di Maio e Salvini e al governo – Romano Prodi è ancora il “due volte presidente del Consiglio”, l’autorevole “professore” interpellato sull’Italia come fosse un economista di Sydney, un osservatore neutrale e nobilmente estraneo al disastro italiano. Al forum “La Repubblica delle Idee”, Prodi risponde alle affabili domandine del direttore del quotidiano di De Benedetti, Mario Calabresi, affiancato dal collega de “L’Espresso”, Marco Damilano. «La gente non ha più fiducia nelle democrazie», proclama soavemente Prodi, fingendo di non sapere che in quest’Europa è stata proprio la democrazia a trionfare in Gran Bretagna addirittura con un referendum, mentre ora in Italia – sempre a suon di voti – ha mandato a casa l’ex inaffondabile euro-Pd. Se c’è una notizia è proprio la riscoperta della democrazia come possibilità. E i direttori del gruppo Espresso lasciano che il super-tecnocrate italiano dica il contrario esatto della verità.

Il crollo generale di fiducia – non “nelle democrazie”, com’è evidente, ma negli euro-governi non democratici – secondo Prodi nasce da «un problema di diritti», palesemente conculcati. E ammette: «Bisogna cambiare registro. La disparità è aumentata in quasi tutti i paesi del mondo proprio perché i governi democratici hanno adottato modelli fiscali e di welfare che hanno aumentato la disparità». Dov’era, il “professore”, mentre tutto ciò accadeva? Su Marte, potrebbe pensare il lettore, se non sapesse che Prodi era prima all’Iri, impegnato a tagliare le gambe all’Italia, per poi “finire il lavoro” tra Bruxelles e Palazzo Chigi, lautamente ricompensato da Wall Street. “Chi sei e da dove vieni” dovrebbero essere l’abc del giornalismo? Nei film, forse. Nella realtà, Mario Calabresi “incalza” Prodi chiedendogli di esercitare il suo apollineo intelletto misurandosi su giudizi temerari, come quello concernente la vera natura del neonato governo giallo-verde. Per la precisione: l’orientamento del neo-premier. «Conte? E’ di destra», sentenzia (in qualità di astrologo) il “professore”, per quarant’anni al servizio della destra economica neoliberista. Ormai l’Italia è spacciata, ripeteva, da Palazzo Chigi: l’economia del mondo è in mano a grandi “cluster” industriali, di fronte ai quali il made in Italy – piccola e media impresa – può solo estinguersi. Continua a leggere QUI 

 

In che modo i giochetti disonesti del globalismo conducono al Nuovo Ordine Mondiale

Questo articolo tocca alcuni punti importanti, ma non è consapevole che la “Tecnocrazia”, ovvero lo “Sviluppo Sostenibile”, sia il vero motore della globalizzazione.

Il Nuovo Ordine Mondiale viene opportunamente descritto dal Dr. Parag Khanna (un tecnocrate) in Connectography:   

“Stiamo costruendo una società globale senza un leader globale.   

L’ordine globale non è più qualcosa che può essere dettato o controllato dall’alto verso il basso.   

La stessa globalizzazione è l’ordine.”   

Il risultato della globalizzazione è la Dittatura Scientifica e la Tecnocrazia.  

Fonte

Quando i globalisti parlano pubblicamente del “Nuovo Ordine Mondiale“, stanno parlando di qualcosa di molto specifico e piuttosto sacro del loro piccolo culto d’elite.   

Non è la semplice nozione che la civiltà cambia o cambia improvvisamente da sola, ma piuttosto si tratta del loro nome per una visione diretta e ingegnerizzata:   

un mondo costruito secondo le loro regole, non un mondo che si è evoluto naturalmente secondo le necessità.   

Ci sono altri nomi per questa visione ingegnerizzata, incluso il “reset economico globale” e il termine più generale e innocuo di “globalismo”, ma l’intenzione è la stessa.   

L’obiettivo finale del “Nuovo Ordine Mondiale” come ideologia, è la totale centralizzazione del potere economico e governativo nelle mani di una burocrazia selezionata e inesplicabile, composta dai finanzieri internazionali.   

Si tratta della governance secondo i dettami de La Repubblica di Platone; un delirante mondo irreale in cui dei benevoli re filosofi, apparentemente più intelligenti e più obiettivi degli altri, governano dall’alto con precisione e saggezza scientifica. È un mondo dove gli amministratori diventano dèi …  

Continua a leggere QUI  

 

L’ipocrisia della Silicon Valley: crea dispositivi che creano dipendenza e metti i loro bambini in scuole che vietano il loro uso   

Media e tecnologia   

I dirigenti di Google mettono i loro figli in scuole senza schermo.

Qualche anno fa si è saputo che Steve Jobs non lasciava che i suoi figli usassero l’iPad, essendo lui stesso un padre low-tech. Questa informazione ha generato alcune polemiche, dal momento che (come sostenuto) la compagnia di Jobs ha progettato e promosso i suoi prodotti in tutto il mondo con l’intenzione di essere utilizzati in ogni momento. Questo doppio standard, per così dire, è diventato solo più pronunciato negli ultimi anni. In un precedente articolo abbiamo menzionato che molti dei dirigenti della Silicon Valley stavano abbandonando i social network e disconnettendosi dai gadget , consapevoli degli effetti negativi che producono in termini di attenzione. Ora, un articolo sul New York Times rivela la tendenza dei vari dirigenti tecnologici a mettere i propri figli nelle scuole Waldorf, dove è vietato l’uso di gadget. Continua in lingua spagnola QUI

®wld

Older Entries