La vera pausa è passare dal mondo esterno nel proprio mondo interiore
per poi allargarsi ad un mondo molto più vasto ed elevato, vale a dire
al già accennato piano ispirativo.

Si potrebbe meglio dire che la pausa significa l’inizio del
passaggio dal riverbero del mondo esterno
al nostro mondo interno – che
comporta pensieri usuali, quotidiani, automatici – al riverbero di
pensieri che originano dal Mondo
Spirituale
.

Questo può avvenire tramite una disposizione animica interiore atta a
cogliere i pensieri universali, quei pensieri che sono il linguaggio
delle Entità Spirituali che ci guidano.