Una legge divina di assoluta giustizia regge il mondo.
È la legge del Karman, definita anche legge di Causalità.
Ogni atto è un anello in una catena infinita di cause e di effetti,
nella quale ogni effetto diventa una causa ed ogni causa è stata un effetto.
In altre parole, ogni atto produce un effetto che si manifesterà in futuro.
Ad ogni azione deriva una reazione uguale e contraria:
della stessa intensità che ritorna verso l’autore dell’opera.
Pensieri, parole ed azioni sono i responsabili dei debiti karmici.
Il risultato karmico non è una ricompensa od una punizione,
ma un effetto inerente all’azione medesima.
Non è, quindi, una legge morale, bensì una conseguenza inevitabile.