Home

Chi ha controllato il passato controlla il presente e chi controlla il presente controlla il futuro

Lascia un commento

Puoi guardare il video o leggere l’articolo QUI 
®wld 

SIAMO ALLE SOLITE…CALIMERO

Lascia un commento

SIAMO ALLE SOLITE…CALIMERO! Tu non sei nero, sei solo sporco!

Guarda il video QUI

di: Dottor RobertoSlaviero-14.11.20

Il pulcino Calimero, nato un pò dopo la schiusura delle altre uova, cercando la mamma gallina, cade in una pozzanghera,  diventa nero e non viene riconosciuto dalla mamma.

Poi grazie alla massaia, che lo lava con il prodotto pubblicizzato, torna bianco e ritrova la mamma gallina.

Mitico Carosello negli anni di forte crescita del dopoguerra, anni 60, a cui ho avuto la fortuna di assistere e partecipare.

Carosello, che chiudeva la serata dopo le notizie del  Tg e poi i bimbi…tutti a letto!

Calimero era un buon pulcino, però ne combinava spesso, da   ciò nacque il detto

“siamo alle solite Calimero“.

Il triste mondo nel quale stiamo vivendo oggi, ne combina di tutte le sorti e purtroppo, a differenza di Calimero, non basta uno sbiancante per togliergli lo sporco che ha accumulato!

Uno sporco solidificato, incrostato e difficilmente solubilizzabile, che sta portando alla rovina milioni e milioni di persone; che sta cancellando in pochi mesi, diritti e libertà acquisite, almeno nel mondo occidentale, post seconda guerra. 

Il tutto, per una truffa colossale, chiamata Pandemia.

Io non voglio più parlare della malattia; malattia curabilissima anche a domicilio, con la giusta assistenza medica ed infermieristica, a parte i soliti casi gravi, soprattutto degli anziani.

Anche i casi gravi comunque si curano e la mortalità fa parte della vita; in Italia muoiono ogni giorno circa 1600 persone.

Parlano oggi di Ospedali già  sovraccarichi;

potevano assumere più personale medico ed infermieristico in questi 6 mesi?

E’ sufficiente ricoverare un anziano positivo, anche con poca sintomatologia  in un reparto Covid, ed aumentano i numeri e la difficoltà gestionale ospedaliera, con tutte le misure di prevenzione, che rasentano la follia e stravolgono la normale attività dei reparti.

La truffa peggiore è quella dei tamponi!

A seconda dei CICLI DI AMPLIFICAZIONE DELLA REAZIONE PCR, si può trovare anche la totalità della popolazione POSITIVA.

In Italia, pare che usino Kit Pcr con cicli di amplificazione che raggiungono i 40 o più.

In Germania, pare non superino i 25 cicli, per cui: in Italia, a parità di tamponi effettuati, possono risultare positivi il triplo o più  persone!

Kit di tamponi (oltre 100 in commercio), tra l’altro mai validati da un’autorità competente!

Fauci, il famoso responsabile della Sanità Usa, ha dovuto affermare che oltre i 35 CICLI DI AMPLIFICAZIONE, tutto può succedere e quindi i risultati VANNO CESTINATI.

E lo dice Fauci, non certo un complottista, magari amico di Trump!

Lo scandalo è colossale e il nostro scandalo in Italia, sono le reticenze e le paure di una classe politica completamente allo sbando, capace solo all’ubbidienza dei Diktat che arrivano dall’alto: fondi di investimento e macro investitori internazionali, che possiedono il 99% dei media internazionali.

Fanno schifo, nella loro perfida ingordigia di accaparrarsi tutto e fanno ancora più schifo i nostri eletti, che gli baciano il culo per quattro soldi e per una carriera politica.

Oggi un anziano qui in farmacia mi ha detto:

“dottore, ma i tizi che decretano limitazioni delle libertà personali e perdita di lavoro e soldi, perché non si annullano anche i loro stipendi?“

Sto pensando ed esempio nell’Amministrazione pubblica, chi torna a lavorare al computer, a casa magari…forse a molti di loro va bene cosi…poche ore di lavoro e molto YouTube e film…senza offesa per gli onesti!

Il Governatore del Veneto ha detto l’altro giorno, che troppe persone sono andate in montagna od al mare, con quelle stupende giornate dello scorso fine settimana e adesso…ZONA GIALLO ARANCIO PLUS!

Minacce stile mafioso e non’è il solo, sebbene amatissimo dai veneti.

E questa mania dei colori, mangiate forse funghi allucinogeni?

Magari … non direbbero tali cazzate e sarebbero più rilassati…non riesco a capire la loro dieta, certamente non mediterranea…vergogna!

All’aria aperta si vive bene e non ci si ammala, razza di idioti!

Altro che mascherine, mascherine addizionate magari con metalli pesantucci, che nocciono alla salute…ci sono laboratori di analisi che ci stanno lavorando e si stupiscono dei risultati…a breve comunicazioni in merito!

E la gente ascolta ancora questi malavitosi di basso rango e crede a tutto ciò che dicono e trema per la paura di morire, causa virus corona…Ho pena per loro.

Comunque, l’operazione mondiale in atto, è volta a  distruggere l’intrattenimento, la socialità e lo spostamento delle persone, il turismo, che crea benessere e ricchezza per tutti.

Li immaginate sti schifosi riccastri, mezzi depravati sessuali, che hanno deciso che l’energia sta finendo, che non si può più mantenere questo stile di vita … ecc ecc…w le intelligenze artificiali, non sarà più come prima…

E perché continuate allora le guerre per l’approvvigionamento del petrolio e gas, loschi sfruttatori mondiali?

Non avete deciso di fare tutto elettrico? Prenderete l’energie ambientali, stile Gretina?

Imbroglioni produttori di energia atomica!

Certo, non sarà più come prima, perché nel frattempo, non so tra quanti mesi, alcuni Stati azzoppati o molti milioni di persone in vari Stati del pianeta, si incazzeranno e scoppieranno guerre e rivolte civili.

E se non succederà, vorrà dire che hanno ragione loro, i depravati, e quindi la massa di idioti ex Sapiens, si merita una fine ingloriosa, da schiavi e pezzenti sottomessi ai pochi della cima della Piramide!

Reddito universale…ma andate a c…re!

Screening obbligatori per chi lavora, altrimenti sta a casa … ricatti anticostituzionali…Una deriva dittatoriale non degna delle ex democrazie europee.

Guardate anche gli Usa…uno scandalo allucinante, dove Biden si è autoproclamato, con i media festanti, Presidente.

Ho sentito ieri l’intervento di un Senatore repubblicano al Senato Usa, dove riaffermava il principio della legalità, affermando che la nomina a Presidente non viene fatta dalla CNN, per fare un nome, quindi aspettate please!

Nella prima decade di ottobre, vi sono state le vaccinazioni antinfluenzali 2020-21 e “stranamente“, dalla fine ottobre, la curva dei malati con virus è salita; vi ricordate l’anno scorso nelle provincie di Bg e Bs, cosa accadde? Fate schifo.

Stati che limitano le libertà, che affliggono i cittadini, che rompono i (……..) alle persone normali.

Stati che eseguono ordini e basta.

Questa è guerra, punto e basta!

A marzo era una presunta pandemia, ma oggi è una guerra dichiarata e conclamata contro l’umanità, soprattutto contro gli umili ed i deboli. E in guerra, ognuno ha il diritto e dovere di difendersi.

Speriamo che le forze dell’ordine ci vadano piano, quando dovranno limitare le sommosse; anche loro hanno famiglia e hanno giurato solennemente sulla Costituzione italiana!

Il continuo martellamento del “nulla sarà come prima“, o vi ricordate, quelle due (……..) alla finestra in chiusura a marzo, che  cantavano “andrà tutto bene“; nonché questo slogan, coniato da qualche bandito del governo e pubblicizzato in Tv da facce note, pezzi di ..erda anche loro, ci ha portati in questa situazione!

E la gente guarda ancora la Tv e ride … ah ah ah…si, che fighi sono i blogger e gli attori, che ispirano fiducia e danno speranza. Speranza, il peggio del peggio!

Lottate per riacquistare i vostri diritti, caxxo! E quella donna, mi pare vice ministra, che dice; al cenone di Natale solo i parenti di primo grado. Se l’avessi qui di fronte, le mollerei un ceffone…

Prima o poi ve ne andrete a casa, vigliacchi traditori della Patria, per quel che ne resta, e vi auguro un futuro non roseo, ma nerissimo, colorato alla Calimero!

Ai poveracci, che credono ancora nella pandemia, auguro che il vaccino che faranno, possa liberarli, definitivamente … vaccino miracoloso, conservato a circa – 80 gradi! Iniettato a 37 gradi centigradi produrrà effetti fantastici, studiatevi un po’ di chimica e fisica!

Ricordate i 300 spartani, sotto il comando di Leonida? Hanno bloccato un esercito persiano enorme alle Termopili, procurandogli perdite per oltre 20mila uomini. Alla fine sono morti, ma hanno scassato mezzo esercito persiano,  gli hanno fatto un mazzo…

«Dei morti alle Termopili gloriosa la sorte, bella la fine, un altare la tomba, di singulti il ricordo, compassione la lode. Un tal sudario né la ruggine né il tempo divora tutto oscurerà.

Questo sacello d’eroi valorosi come abitatrice la gloria d’Ellade si prese. Ne fa fede anche Leonida, re di Sparta, avendo lasciato di virtù grande ornamento ed eterna gloria.»

https://it.wikipedia.org/wiki/Battaglia_delle_Termopili

Riprendetevi un po’ di orgoglio, femminucce italiche viziate!

Fonte: http://olisticoaltapusteria.com/

®wld

Il continente perduto di Kumari Kandam

Lascia un commento

di Ḏḥwty 06 Agosto 2014 dal Sito Web Ancient-Origins traduzione di Nicoletta Marino Versione originale in inglese

La maggior parte delle persone ha familiarità con la storia di Atlantide, la leggendaria città sommersa descritta dall’antico filosofo greco Platone.

Fino ad oggi, l’opinione è ancora divisa sul fatto che questa storia debba essere interpretata letteralmente o presa semplicemente come un racconto morale. Più a est, nel subcontinente indiano, c’è una storia simile, anche se probabilmente meno conosciuta rispetto a quella di Atlantide.

Questo è il ‘continente perduto’ di Lemuria, spesso collegato alla leggenda di Kumari Kandam da persone che parlano la lingua tamil.

Il termine Lemuria ha le sue origini nell’ultima parte del XIX secolo.

Il geologo inglese Philip Sclater è rimasto perplesso dalla presenza di fossili di Lemuri in Madagascar e in India, ma non nell’Africa continentale e nel Medio Oriente.

Così, nel suo articolo del 1864 intitolato “I mammiferi del Madagascar”, Sclater teorizzò che il Madagascar e l’India un tempo facessero parte di un continente più grande e chiamò questa massa continentale mancante “Lemuria”.

La teoria di Sclater fu accettata dalla comunità scientifica di quel periodo come spiegazione del modo in cui, in tempi antichi, i Lemuri avrebbero potuto migrare dal Madagascar all’India e viceversa.

Con l’emergere dei concetti moderni relativi alla deriva dei continenti e delle placche tettoniche, purtroppo, non era più sostenibile la proposta di un continente sommerso di Sclater.

Tuttavia, l’idea di un continente perduto si rifiutava di morire, e alcuni credono ancora che Lemuria fosse un vero continente che nel passato esisteva.

Uno di questi gruppi sono i nazionalisti Tamil

Il termine Kumari Kandam èapparso per la prima volta nel 15 secolo come Kanda Puranam, la versione Tamil dello Skanda Puranam.

Tuttavia, le storie di un’antica terra sommersa nell’Oceano Indiano sono state ritrovate in molte precedenti opere letterarie tamil.

Secondo le storie, c’era una porzione di terra che un tempo era governata dai re Pandiyan e fu inghiottita dal mare.

Quando i racconti su Lemuria arrivarono nell’India coloniale, il paese stava attraversando un periodo in cui il folklore cominciava a permeare la conoscenza storica come fatti.

Di conseguenza, Lemuria fu rapidamente “equiparata” a Kumari Kandam

Bhagavata-Purana, 10° Skanda.

La storia di Kumari Kandam non è considerata solo una “storia”, ma sembra carica di sentimenti nazionalistici.

È stato affermato che i re Pandiyan di Kumari Kandam erano i governanti dell’intero continente indiano e che la civiltà Tamil è la più antica civiltà del mondo.

Quando Kumari Kandam fu sommerso, la sua gente si sparse in tutto il mondo e fondò varie civiltà, da qui l’affermazione che il continente perduto fosse anchela culla della civiltà umana.

Allora, quanta verità c’è nella storia di Kumari Kandam?

Secondo i ricercatori dell’Istituto Nazionale Indiano di Oceanografia, il livello del mare era più basso di 100 metri circa 14.500 anni fa e di 60 metri circa 10.000 anni fa.

Quindi, è del tutto possibile che una volta ci fosse un ponte di terra che collegava l’isola dello Sri Lanka all’India continentale.

Poiché il tasso di riscaldamento globale è aumentato tra 12.000 e 10.000 anni fa, l’innalzamento del livello del mare ha provocato inondazioni periodiche. Ciò avrebbe sommerso gli insediamenti preistorici che si trovavano intorno alle zone costiere basse dell’India e dello Sri Lanka.

Le storie di questi eventi catastrofici potrebbero essere state trasmesse oralmente da una generazione all’altra e infine scritte come la storia di Kumari Kandam.

Un elemento di prova utilizzato per sostenere l’esistenza di Kumari Kandam è il Ponte di Adamo (chiamato anche Ponte di Rama), una catena di banchi calcarei costituiti da sabbia, limo e piccoli ciottoli situata nello stretto di Palk che si estende per 18 miglia dall’India continentale allo Sri Lanka.

Una volta si credeva che questa striscia di terra fosse una formazione naturale, tuttavia, altri sostengono che le immagini scattate da un satellite della NASA raffigurano questa formazione terrestre come un lungo ponte interrotto sotto la superficie dell’oceano.

La posizione del ponte di Adam tra India e Sri Lanka

L’esistenza di un ponte in questo luogo è supportata anche da un’altra antica leggenda.

Il Ramayana racconta

la storia di Sita, la moglie di Rama, tenuta prigioniera sull’isola di Lanka.

Rama commissiona un imponente progetto per costruire un ponte per trasportare il suo esercito di Vanara (uomini scimmia) attraverso l’oceano fino a Lanka.

Come con la maggior parte dei cosiddetti miti, sembra probabile che ci sia almeno un po ‘di verità nelle antiche leggende Tamil di Kumari Kandam, ma quanto deve ancora essere individuato…

Bibliografia

Fonte: https://www.bibliotecapleyades.net/

®wld

Il Santo Gral: ti paghiamo e tu ci obbedisci

Lascia un commento

Frode elettorale, COVID, ripristino della valuta

di Jon Rappoport

4 novembre 2020

Finora, l’accusa più specifica e potenzialmente dannosa del team di Trump è: la notte delle elezioni, si sono presentati all’improvviso 138.000 voti per Biden nel Michigan e allo stesso tempo non sono stati registrati nuovi voti per Trump .

Il NY Times nega che ciò sia accaduto. Invece, afferma il Times, c’è stato un errore di battitura. Uno zero in più è stato aggiunto alla fine di quei voti Biden. In realtà, la nuova fetta di voti per Biden avrebbe dovuto essere 13.800.

C’è solo un problema con questa affermazione. Anche 13.800 voti di fila per Biden, senza alcuna variazione nel totale di Trump, sarebbero ridicoli.

Inoltre, il Times afferma che l’errore di battitura nel Michigan è stato corretto non appena è stato trovato. Stavo guardando la copertura della rete delle elezioni di tanto in tanto, durante la prima lunga notte delle elezioni, e non ho visto alcun annuncio dalle reti che era stato commesso un errore nel conteggio Biden nel Michigan.

Potrei essermi perso quell’annuncio, ma penso che sarebbe stata una grande storia e ripetuta spesso dalle reti.

In conclusione: molto strano. Non ha senso. Che si tratti di 138.000 o 13.800 voti di fila per Biden, questo è un problema che dovrebbe essere indagato fino in fondo.

La domanda è: Trump ha davvero il team legale organizzato per farlo? E quella squadra sta presentando mozioni convincenti in diversi stati per contestare il processo di conteggio dei voti? Queste mozioni conterranno prove sufficienti per arrivare alla Corte Suprema, se necessario?

Era chiaro, mesi fa, che, usando la scusa “casuale” del COVID e del virus, le schede elettorali per posta sarebbero state utilizzate, in numero impressionante, in tutto il paese. Immediatamente, il team legale di Trump ei capi del Partito Repubblicano avrebbero dovuto sviluppare un piano ermetico per sfidare un intero menu di potenziali vie di frode. Lo hanno fatto? Se è così, non ne ho ancora visto le prove.

Del resto, il team legale di Biden avrebbe dovuto sviluppare il proprio piano per affrontare potenziali sporchi trucchi repubblicani.

Ci sono molti livelli per un’operazione segreta davvero importante. Molti livelli di vantaggio per vari giocatori. Ho scritto oltre 200 articoli sull’operazione COVID, descrivendone i vantaggi. Su un solo livello, COVID aveva lo scopo di far oscillare le elezioni. È ovvio:

Abbattere l’economia degli Stati Uniti e sgonfiare un presidente, la cui missione annunciata di base era quella di creare un’economia ruggente. Convinci molti elettori che recarsi alle urne per votare di persona sarebbe pericoloso dal punto di vista medico. Pertanto, istituire un massiccio voto per corrispondenza, presentando così ogni sorta di opportunità per la manipolazione del conteggio dei voti.

Sì, la manipolazione potrebbe provenire da entrambi i partiti politici. Ma quei globalisti che hanno lanciato il COVID erano in una posizione più forte per influenzare le elezioni, perché erano meglio organizzati sin dall’inizio. Il loro intento era più concentrato.

Ecco uno sfondo sugli scopi più ampi del COVID op. L’illusione COVID e il ripristino della valuta:

Ci sono diversi modi in cui le cose potrebbero andare. In questo articolo descrivo un percorso.

L’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) e la Banca mondiale (WB) sono unite all’anca. Nel 2018, hanno raddoppiato i loro legami formando una partnership per monitorare focolai ed epidemie prima che si diffondessero.

Fondamentalmente, dietro le quinte, l’accordo si presenta così: L’OMS crea l’illusione di epidemie globali; WB interviene più tardi, per raccogliere i pezzi del risultato – economie nazionali danneggiate – sborsando prestiti ai governi.

Questi prestiti portano sempre condizioni. La condizione principale è: lasciare entrare investitori privati, in roaming, stranieri, predatori, privati ​​in modo che possano conquistare settori vitali di una nazione: energia, agricoltura, acqua, ecc.

Ma questa volta, con COVID: WHO, come previsto, è impazzito. I blocchi stanno distruggendo le economie. Non lo sarà “eccoti un prestito”.

È in più nell’ordine di: dobbiamo salvare tutti.

Come si fa?

Passo dopo passo, passando da un tipo di denaro illusorio a un altro tipo di denaro illusorio.

“Abbiamo inventato un tipo di denaro dal nulla, ed è arrivato alla fine della linea. Ora dobbiamo inventare dal nulla un altro tipo di denaro completamente nuovo”.

Reddito garantito universale (UGI). Alla fine, per tutti.

Viene fornito con condizioni, implementate gradualmente. Fondamentalmente, l’accordo è: “ti paghiamo e tu ci obbedisci”.

Il lato comportamentale del modello è il regime cinese, che controlla l’obbedienza attraverso un “punteggio di credito sociale”.

Le infrazioni abbassano il punteggio. In tal caso, il trasgressore non può viaggiare su un aereo o mandare i suoi figli in determinate scuole o soggiornare in determinati hotel o avviare un’attività. Ci sono livelli di punizione.

Le infrazioni includono portare a spasso un cane senza guinzaglio, diffondere notizie false, attraversare con il semaforo rosso, non separare adeguatamente i rifiuti, frodi aziendali, criticare il governo, “violare gli standard della comunità” …

Sotto un UGI globale, sarebbe:

“Ecco il tuo assegno digitale mensile, ora esegui gli ordini, o i tuoi soldi saranno ridotti. Sii un buon cittadino.”

Ovviamente, un sistema come questo richiede una sorveglianza completa e totale, pubblica e privata, in ogni modo, compresi i sensori interni del corpo che segnalano cambiamenti fisiologici in tempo reale, misurati rispetto ad algoritmi che prevedono un potenziale “comportamento scorretto”.

Il Santo Graal sono le quote di energia per ogni persona.

“Sig. Smith, questo è il tuo muro che parla attraverso il glorioso Internet of Things. La tua quota di energia per il mese sta raggiungendo il limite. Voglio aiutarti a evitare quel limite e le sanzioni sul punteggio di credito sociale che verrebbero applicate. Inizierò i brown-out e l’oscuramento a casa tua per le prossime due settimane. La tua connessione Internet verrà interrotta, tranne dalle ore 24:00 alle tre del mattino. Cucina tutti i pasti della giornata tra le quattro e le cinque del mattino …”

Controllo del comportamento. Quello che sta succedendo ora è una messa a punto per il futuro. Ora dicono: resta in casa, non lasciare entrare i visitatori. Stai in fila fuori dai negozi, mantenendo una distanza di un metro. Segnala le persone che sembrano malate. Fai il test. Lavati le mani una dozzina di volte al giorno. In futuro, l’elenco delle regole e dei registri si espanderà, ma il tema generale sarà lo stesso: essere un buon cittadino e contribuire a un mondo migliore. Sii sincero, serio e disponibile. Non ribellarti.

E proprio come adesso, molte, molte persone risponderanno:

“Sì, grazie. Mi piace il dritto e lo stretto. Mi piace la sensazione di contribuire a qualcosa di più grande di me. Mi piace il collettivo. Mi piace il fatto che siamo tutti insieme in questo”.

Una sottopopolazione di queste persone vorrà fare di più. Vorranno entrare a far parte del governo. Vorranno aiutare il governo a far rispettare le regole. Vorranno “esprimere la loro energia”. Se richiesto, marceranno volentieri in colonne per le strade, salutando, distribuivano convocazioni, eseguirano arresti e persino commetteranno atti violenti su ordine.

Indossavano uniformi fresche e prestando giuramento. Vorranno ranghi e sigilli. Vorranno essere chiamati ELITE.

Poiché la storia non significa nulla per queste persone, non conosceranno mai nomi come SS, Guardie Rosse o Stasi. Ma è quello che saranno.

A meno che l’intero piano per un Brave New World tecnocratico non venga smascherato e cada a pezzi, perché abbastanza persone ricordano un altro nome e sanno cosa significa: LA LIBERTÀ.

Diversi temi di propaganda stanno già emergendo. Continueranno ad essere promossi in vari modi, impiegando molti messaggi. Sto parlando del governo ufficiale e della propaganda dei media.

Il primo grande tema sarà: AIUTACI A COSTRUIRE UN MONDO MIGLIORE. Questo messaggio è per le persone sincere che vogliono partecipare e fare del bene, in senso collettivo. “Costruiamo un mondo migliore in cui possiamo evitare queste pandemie o vederle prima. Formiamo una civiltà in cui l’uguaglianza e la giustizia per tutti siano la massima priorità. Condividiamo e preoccupiamoci tutti… ”Se stai cercando la logica, dimenticala. In qualunque modo possano, i propagandisti implicheranno che in qualche modo la pandemia era un segnale che dobbiamo “fare meglio”. Dobbiamo “superarla insieme” come abbiamo fatto durante la crisi. L’amore che abbiamo mostrato allora deve essere l’amore che mostriamo ora. Un appello agli idealisti di tutto il mondo che si innamorano di vaghe generalità come i gatti si innamorano dell’erba gatta.

Il secondo grande tema, rivolto alla classe colta e ai tipi tecnici, agli scienziati e ai “pensatori”, sarà: l’ORGANIZZAZIONE.

“Dobbiamo organizzare la civiltà mondiale in modo più efficace”.

Perché in qualche modo, quello era il problema prima della pandemia. La mancanza di organizzazione ha permesso che le cose sfuggissero di mano. Non possiamo più essere gruppi separati e nazioni che seguono strade separate. Troppo disordine. Abbiamo bisogno di strutture migliori in ogni fase della vita. Abbiamo bisogno di più interconnessione e coordinamento. La classe istruita ama questa roba. Si adatta alla loro immagine di successo. Se la società funziona come una macchina, i problemi saranno risolti.

Il terzo grande tema della propaganda è rivolto a tutti i tipi di persone che sono emerse dal loro confinamento e isolamento, hanno fatto una passeggiata in un parco in un giorno di primavera e hanno improvvisamente ricordato cosa si erano perse. Il loro sollievo raggiunge quasi un punto di isteria, come alla fine di una guerra mondiale. Il tema è: MAI PIÙ.

“Non vogliamo tornare a quei giorni bui in nessuna circostanza, e qualunque cosa serva, siamo a bordo. Dicci cosa fare.”

Con questi temi in mano, la tecnocrazia può essere messa in atto.

  • 1) Siamo tutti per costruire un mondo migliore.
  • 2) Dobbiamo organizzarlo con le t incrociate e le i puntate.
  • 3) E non dobbiamo mai tornare al buio.

A meno che le persone non ricordino cosa viene tralasciato. L’INDIVIDUO. E LA LIBERTA’.

Gli operatori tecnocratici contano su di noi per dimenticare. Contano su molte persone che apprezzano la libertà per dire:

“Beh, è ​​tutto senza speranza. So cos’è la libertà, ma troppi altri no. Allora perché preoccuparsi. Mi arrenderò e galleggerò sulla marea.”

Galleggiare è un’illusione. La marea si muove nella direzione pianificata. Verso una spiaggia che non è bella.

Le cose sono belle adesso?

Si chiama indizio.

Fonte: https://blog.nomorefakenews.com/

®wld

Approfondimento storico: quando i buoni governi vanno male

Lascia un commento

Postato da: EurekAlert!

Il mondo non ha mai visto una tecnocrazia, ma tutte le civiltà e i sistemi governativi precedenti sono venuti e sono andati via. Di conseguenza, gli Stati Uniti e la loro Repubblica Costituzionale di governo sono nella fase del tramonto a meno che i loro cittadini non riescano a rianimarli. ⁃ TN Editor

Tutte le cose buone devono finire. Sia che le società siano governate da dittatori spietati o da rappresentanti più ben intenzionati, cadono a pezzi nel tempo, con diversi gradi di gravità. In un nuovo articolo, gli antropologi hanno esaminato un ampio campione globale di 30 società premoderne. Hanno scoperto che quando i governi “buoni” – quelli che fornivano beni e servizi per la loro gente e non concentravano nettamente ricchezza e potere – cadevano a pezzi, crollavano più intensamente dei regimi dispotici al collasso. E i ricercatori hanno trovato un filo conduttore nel crollo dei buoni governi: leader che hanno minato e rotto dal sostenere i principi fondamentali della società, la morale e gli ideali.

“Gli stati pre-moderni non erano così diversi da quelli moderni. Alcuni stati premoderni avevano un buon governo e non erano così diversi da quello che vediamo oggi in alcuni paesi democratici “, afferma Gary Feinman, curatore di antropologia del MacArthur al Field Museum di Chicago e uno degli autori di un nuovo studio su  Frontiers in Scienze Politiche.  “Gli stati che avevano un buon governo, sebbene potessero essere in grado di mantenersi un po ‘più a lungo di quelli gestiti da autocrati, tendevano a collassare in modo più completo, più grave”.

“Abbiamo notato il potenziale di fallimento causato da un fattore interno che avrebbe potuto essere gestibile se adeguatamente previsto”, afferma Richard Blanton, professore emerito di antropologia alla Purdue University e autore principale dello studio. “Ci riferiamo a un inesplicabile fallimento della leadership principale nel sostenere i valori e le norme che avevano guidato a lungo le azioni dei leader precedenti, seguita da una successiva perdita di fiducia dei cittadini nella leadership e nel governo e collasso”.

Nel loro studio, Blanton, Feinman e i loro colleghi hanno esaminato in modo approfondito i governi di quattro società: l’Impero Romano, la dinastia Ming cinese, l’Impero Mughal dell’India e la Repubblica Veneziana. Queste società fiorirono centinaia (o, nel caso dell’antica Roma, migliaia) di anni fa, e avevano distribuzioni relativamente più eque di potere e ricchezza rispetto a molti degli altri casi esaminati, sebbene sembrassero diverse da ciò che noi consideriamo “buoni governi” oggi come non hanno avuto elezioni popolari.

“Fondamentalmente non c’erano democrazie elettorali prima dei tempi moderni, quindi se vuoi confrontare il buon governo nel presente con il buon governo nel passato, non puoi davvero misurarlo dal ruolo delle elezioni, così importante nelle democrazie contemporanee. È necessario elaborare altri parametri di valutazione e le caratteristiche fondamentali del concetto di buona governance servono come misura adeguata di ciò “, afferma Feinman. “Non avevano elezioni, ma avevano altri controlli ed equilibri sulla concentrazione del potere personale e della ricchezza da parte di pochi individui. Avevano tutti i mezzi per migliorare il benessere sociale, la fornitura di beni e servizi al di là di pochi e mezzi per i cittadini comuni per esprimere la propria voce “.

Nelle società che soddisfano la definizione accademica di “buon governo”, il governo soddisfa i bisogni delle persone, in gran parte perché il governo dipende da quelle persone per le tasse e le risorse che tengono a galla lo stato. “Questi sistemi dipendevano fortemente dalla popolazione locale per una buona parte delle loro risorse. Anche se non ci sono elezioni, il governo deve essere almeno in qualche modo sensibile alla popolazione locale, perché è questo che finanzia il governo “, spiega Feinman. “Ci sono spesso controlli sia sul potere che sull’egoismo economico dei leader, quindi non possono accumulare tutta la ricchezza”.

Le società con un buon governo tendono a durare un po ‘più a lungo dei governi autocratici che mantengono il potere concentrato su una persona o un piccolo gruppo. Ma il rovescio della medaglia è che quando un governo “buono” crolla, le cose tendono ad essere più difficili per i cittadini, perché finiscono per fare affidamento sulle infrastrutture di quel governo nella loro vita quotidiana. “Con un buon governo, hai infrastrutture per la comunicazione e burocrazie per riscuotere le tasse, sostenere i servizi e distribuire beni pubblici. Hai un’economia che sostiene insieme le persone e finanzia il governo “, afferma Feinman. “E così le reti sociali e le istituzioni diventano altamente connesse, economicamente, socialmente e politicamente. Mentre se un regime autocratico crolla, potresti vedere un leader diverso o potresti vedere una capitale diversa,ma non permea fino in fondo nella vita delle persone, poiché tali governanti generalmente monopolizzano le risorse e finanziano i loro regimi in modi meno dipendenti dalla produzione locale o da una tassazione su larga scala “.

I ricercatori hanno anche esaminato un fattore comune nel crollo delle società con un buon governo: i leader che hanno abbandonato i principi fondanti della società e hanno ignorato i loro ruoli di guide morali per il loro popolo. “In una società di buon governo, un leader morale è colui che sostiene i principi fondamentali, l’ethos, le credenze ei valori della società in generale”, afferma Feinman. “La maggior parte delle società ha una sorta di contratto sociale, che sia scritto o meno, e se hai un leader che infrange questi principi, le persone perdono la fiducia, diminuiscono la loro disponibilità a pagare le tasse, si allontanano o intraprendono altri passi che minano il salute fiscale della politica. “

Questo modello di leader amorali che destabilizzano le loro società risale a molto tempo fa: il giornale usa l’Impero Romano come esempio. L’imperatore romano Commodo ereditò uno stato con instabilità economica e militare, e non fu all’altezza dell’occasione; invece, era più interessato a esibirsi come un gladiatore e identificarsi con Ercole. Alla fine fu assassinato e l’impero cadde in un periodo di crisi e corruzione. Questi modelli possono essere visti oggi, come leader corrotti o inetti minacciano i principi fondamentali e, quindi, la stabilità dei luoghi che governano. La crescente disuguaglianza, la concentrazione del potere politico, l’evasione delle tasse, lo svuotamento delle istituzioni burocratiche, la diminuzione delle infrastrutture e il declino dei servizi pubblici sono tutti evidenti nelle nazioni democratiche oggi.

“Quello che vedo intorno a me sembra quello che ho osservato studiando le storie profonde di altre regioni del mondo, e ora lo sto vivendo nella mia vita”, dice Feinman. “È una specie di Ricomincio da capo per archeologi e storici.”

“I nostri risultati forniscono intuizioni che dovrebbero essere di valore nel presente, in particolare che le società, anche quelle che sono ben governate, prospere e molto apprezzate dalla maggior parte dei cittadini, sono fragili costrutti umani che possono fallire”, dice Blanton. “Nei casi che affrontiamo, molto probabilmente la calamità avrebbe potuto essere evitata, tuttavia, i cittadini e i costruttori di stati presumevano troppo volentieri che la loro leadership si sentisse in obbligo di fare come previsto a beneficio della società. Data l’incapacità di anticipare, i tipi di guardrail istituzionali necessari per ridurre al minimo le conseguenze del fallimento morale erano inadeguati “.

Ma, osserva Feinman, conoscere ciò che ha portato al collasso delle società in passato può aiutarci a fare scelte migliori ora: “La storia ha la possibilità di dirci qualcosa. Ciò non significa che si ripeterà esattamente, ma tende a rima. E quindi questo significa che ci sono lezioni in queste situazioni. “

Leggi la storia completa qui …

Postato su: https://www.technocracy.news/historical-insight-when-good-governments-go-bad/

***************************************

Articoli correlati:

L’acquisizione globale da parte dei tecnocrati

TecnoPopulismo: accecato dallo scientismo

®wld

Older Entries