Home

Quando smetteremo di muovere la nostra “Linea nella sabbia” e staremo come INDIVIDUI LIBERI?

Lascia un commento

Allora, chi vuoi essere? 

E’ una questione d’età, non è vero? E non in “Che cosa vuoi essere quando sarai grande?” Un modo, che ha il solo requisito di diventare come qualcun altro come un indicatore per essere ‘cresciuto’ (posso essere come un pompiere, amministratore delegato, metalmeccanico, scienziato … ma soprattutto, un contribuente). Finché sembri “curare” te stesso, seguire le regole ed essere un membro produttivo della società, è più facile credere nel “normale” poiché sembra che ci siano “ricompense” per andare avanti.

Ma in chi ti trasformi? Cosa sacrifichi? Cosa sei disposto a regalare? I resti di ciò che “avremmo potuto essere” non sono che un lontano ricordo (fantasia); persi tra le proiezioni ad alta definizione che ci hanno aiutato a guidarci, al punto che ora affrontiamo la (maschera). 

Allora chi vuoi essere? Ebbene, forse dovremmo definire in primis chi “noi” siamo diventati. È sicuramente facile in questi giorni inventare elenchi di cose da sottolineare sulla mia specie che porterebbero a una visione “negativa”, ma ti risparmierò questa volta e ti farò notare semplicemente che ci sono molti articoli precedenti che, potresti trovare, elabora il mio punto. 

Che cosa siamo diventati se non xenofobi che vivono nella paura della nostra morte fino al punto di non vivere; disgusto di sé al punto da accettare la nostra stessa distruzione? Persone così spaventate da “distinguersi” che vanno avanti, a vivere nell’ombra, anche quando poi sentono che non è giusto. Troppa paura per parlare, per non offendere ed essere giudicato “uno di quelli”. Cosa ci rende tali? Stiamo semplicemente mentendo ipocritamente? Siamo la definizione della codardia, minacciata principalmente da ciò che noi percepiamo e, che gli altri percepiscono di noi? 

Creiamo continuamente i nostri “demoni” da temere per sentire qualcosa che possa somigliare alla “vita”? Afferriamo qualche ‘emozione’ nel nostro mondo inattivo per sentirci vivi? Seguiremo ciecamente qualsiasi “autorità” semplicemente per sentirci parte di qualcosa; o, nulla? Guardati intorno dove siamo oggi e dimmi che la nostra mentalità mondiale non si è attenuata dalla vita. Guarda negli occhi i tuoi simili mascherati e dimmi che non sono sconfitti nella loro stessa anima. Dov’è la VITA, LA GIOIA, L’AMORE e la FORTITUDINE della mia specie? 

Credo che una parte della causa di quella sconfitta possa essere attribuita all’incapacità di definire se stessi onestamente. La costante fiducia nelle “protezioni” esterne piuttosto che nell’autoriflessione e nel miglioramento, ha reso semplice per le “soluzioni” offerte trovare un’ampia “accettazione” insieme all'”appartenenza” e all’apatia.

Le paure “presentate” sono semplicemente “definizioni” di ciò che si accetterà della loro ignoranza. “Lotta o Fuggi” non riguarda solo il suo significato letterale, in questo caso può rappresentare la pigrizia apatica della mente che “blocca” le basi della domanda e quindi della conoscenza.

Ho detto la scorsa settimana in una discussione:

L’intelligenza inizia con la semplicità delle domande.
Peccato che la maggior parte creda di aver semplicemente bisogno di “risposte”.

Alla ricerca di quelle risposte esterne, si continua semplicemente a inseguire le storie di altri che producono “nomi” e “azioni” ma non rivelano il come e il perché della questione; perché quelle sono “scelte” fatte lungo la strada. Che tipo di “persone” hanno fatto le scelte che ci hanno messo nella “situazione” che ci coinvolge tutti in questo momento? Non importa dove ti trovi nel mondo, sei “coinvolto” in questa “operazione” globale su una scala o sull’altra; volontariamente o con la forza. Ci sono “Giocatori” e “Pedine”; indovina quale siamo. 

Senza un’onesta “definizione” (attenta a non vincolare) del ME, come posso sapere che potere “io” ho? Gli io del mondo sono quelli che conoscono il potere e l’equilibrio del “ME” e del “NOI”; comprendono anche il potere del “NO”. “No! Non vivremo così” detto all’unisono è tutto ciò che ci vorrebbe per cambiare il ‘corso’ del nostro attuale ‘destino’.

L’Io sa di non essere frivolo, sfrenato o infantile con i loro no. Sanno la necessità di comprendere la base e la moralità del loro no e non la basano sull’egoismo, ma piuttosto sulla fortezza. 

Fortezza – forza d’animo che consente a una persona di affrontare il pericolo o sopportare il dolore o le avversità con coraggio – Merriam-Webster 

Si può considerare che nel “teatro” odierno di oggi si può vedere il contrario. La breve durata dell’attenzione, che è stata sviluppata, nel corso della vita, per non essere mai soddisfatta e quindi facilmente “adescata” in comportamenti e schemi di pensiero incentrati su desideri e desideri. Questo può lasciare che non si sia mai soddisfatti di ciò che si “sa”, il che può portare a rincorrere molte storie così come la più facile “accettazione” di “nuove norme”. Per sempre ‘distratto’ dall’acquisizione di vera conoscenza. 

Il “Grande Risveglio” e i “Media alternativi” sono ottimi esempi di distrazioni per il “pensatore”. Perché si può stare al passo con i desideri programmati che alimentano la breve capacità di attenzione; quali sono le novità, le ultime novità, le tendenze, i virali? Finché riescono a convincersi della “differenza” di “informazione”, possono sentirsi “elevati” al di sopra della programmazione delle masse.  

Tanti sono rimasti in diversi stadi di “risveglio”. Vedere oltre il paradigma ‘speculare’ che l”alt’ ha da offrire ma sparsi in tutto il mondo in diversi stadi di angoscia, povertà, solitudine e salute mentre si cerca di mantenere un decoro di ‘stabilità’ per pensare abbastanza chiaramente da provare e vedere cosa giace oltre le montagne delle distrazioni (drammi).Sembra che ci siano molte cose per cui COMBATTERE. 

Non puoi combattere il nemico esterno perché perderai. Il nemico esterno viene semplicemente presentato perché uno possa vedere se stesso, vedere cosa ha permesso di diventare e liberarsi volontariamente e condurre se stesso ad essere esseri liberi; per diventare il tuo “eroe” come comunità di individui.

La “scelta” è sempre stata nostra. Ogni giorno che passa ormai, è un altro chiodo nella bara dell’umanità. Quando grideremo “NO” all’unisono e ci rifiuteremo di essere “governati” nell’oblio? Quando smetteremo di muovere la nostra “Linea nella sabbia” e staremo come INDIVIDUI LIBERI?

Postato da SylvainLamoureux 

®wld

Dateline, 2 giugno 2074 – Il giorno in cui la popolazione umana sarebbe esistita come un apparato coordinato

Lascia un commento

Le notizie COVID nell’era dell’impossibile; la guerra della realtà

di Jon Rappoport 4 settembre 2020

Dateline, 2 giugno 2074.

Buonasera, sono Lester Muir. La nostra storia principale di stasera: un tesoro di documenti scritti dal famoso filantropo Bill Gates, è stato portato alla luce in un bunker vicino a Seattle.

Lo scorso fine settimana, i lavoratori che hanno ripulito le rovine da una bomba fatta esplodere dalla Nation ZZAHC hanno scoperto i diari di Gates a lungo vociferati. Una dichiarazione scioccante del Dipartimento di Storia dello Smithsonian afferma:

“Sig. Gates, ovviamente in uno stato mentale squilibrato, ha scritto: ‘Ho fatto un tour virtuale dell’Inferno. Nel caso in cui finissi lì, le cose sono tutte sistemate. La mia Fondazione ha donato tre miliardi di dollari per la costruzione di una nuova ala, che include un resort a cinque stelle dove io e Melinda trascorreremo le nostre giornate. L’ala sarà inoltre dotata di una struttura di ricerca su farmaci e vaccini … ‘”

Dieci anni fa, la fabbrica criogenica in cui il cervello di Gates era stato congelato e conservato è crollata in un uragano e tutte le teste sono andate perse.

Il Dipartimento di Studi Linguistici Avanzati Biden di Harvard collaborerà con lo Smithsonian nell’analisi dei diari di Gates.

Prima di passare alla nostra prossima storia, gli abbonati al nostro portale di classe A possono ora fare clic per saperne di più sulla scoperta di Gates. Quella trasmissione del portale è solo per gli spettatori ricchi di gen che hanno ricevuto la serie 9 di modifica genetica iniettabile.

INTERRUTTORE.

Questo è Lester Muir, per i nostri abbonati alla Serie 9. Abbiamo una breve relazione del presidente di Biden Studies, Sir Dulles Op Obama, nipote dell’ex presidente degli Stati Uniti. Sir Dulles spera che i diari di Gates non includano alcuna “confessione” di “un coronavirus mai scoperto”. Una caratterizzazione così imprecisa destabilizzerebbe i mercati commerciali e provocherebbe ulteriori rivolte che dovrebbero essere represse con la forza.

Sir Dulles ha avvertito che tutte le speculazioni sui falsi virus dovrebbero rimanere nel Limbo, dove possono causare relativamente pochi danni.

Quell’avvertimento è ora una direttiva emanata dal Consiglio presidenziale sulla sorveglianza. Non discutere di falsi virus. Il sistema All Eyes USA-Cina raccoglierà tali conversazioni e ridurrà i fondi digitali negli account dei trasgressori.

Il massiccio hack del sistema All Eyes del mese scorso è stato riparato. Ancora una volta è perfettamente funzionante.

Voi, i nostri abbonati, siete la nostra risorsa più preziosa. Il tuo status geneticamente migliorato ti rende l’élite dell’élite. Qual è il tuo dovere di pionieri ricchi di gen? Fare tutto il possibile per mantenere l’ordine. Come sapete, stiamo affrontando una rivoluzione in corso da più parti. In particolare, i Bitter Clingers vogliono prendere di mira te e il tuo privilegio.

Nel loro ultimo giro di propaganda, pubblicano falsi studi che affermano che la tua lunga longevità è una farsa e che le tue alterazioni genetiche sono impraticabili e persino dannose. Questi studi devono essere censurati a tutti i livelli. Sei quindi invitato a fare donazioni al Fondo GoogFace. I suoi InfoSweep AI sono i migliori del settore.

Per quanto riguarda le tue forze di sicurezza private, ti consigliamo Vanguard-State Street-BlackRock. Le loro risorse sono ineguagliabili. Qui alla NBC abbiamo contratti di vasta portata con le loro brigate di truppe di terra serbe.

NBC ha assunto un ruolo guida nel fare pressioni per una politica di finestre aperte per quanto riguarda le comunicazioni degli abbonati di tutti i tipi. Crediamo che la tua libertà sarebbe ben meritata. La nostra proposta, come sapete, è di liberarvi da tutti i vettori di sorveglianza tra le 2 e le 4 del mattino a lunedì alterni. Purtroppo, finora i nostri sforzi non sono riusciti a far breccia nelle deliberazioni dei parlamenti nazionali. Abbiamo affrontato la questione con il CFR-Trilateral Intelligence Nexus degli Stati Uniti, e questo è ciò che abbiamo appreso: le falle di sicurezza provengono dai nostri stessi abbonati generati. Finora non abbiamo dettagli. Presumiamo che questo significhi che alcuni di voi stiano segnalando il contenuto di queste informazioni riservate, con il malinteso che la rete di sorveglianza non rileverà le vostre gravi violazioni. Senza dubbio siete già gli obiettivi delle indagini.

Su una nota più brillante, la nuova Alleanza di New York è al lavoro per digitalizzare ciò che equivale a un nuovo ramo dell’economia progettato per il commercio e il commercio, esclusivo per una rete di ricchi gen. Naturalmente, gli effetti di ricaduta su altre classi andranno alla fine a beneficio dell’intera popolazione. Ma questo sistema plug and pay faciliterà le attività e le iniziative aziendali quotidiane con velocità e chiarezza senza precedenti. È un universo costruito per te. Trova nuove opportunità. Incontra speculatori che la pensano allo stesso modo.

Ottieni l’accesso ai file proprietari che elencano le proprietà depresse e sequestrate, grandi e piccole, per categoria. Puoi acquistare e vendere proprietà con un clic. È un mercato commerciale.

Ora, per quelli di voi con un vero gusto per l’avventura, NBC sta collaborando con la Gates School of Investment Logic, per presentare un seminario di download completamente nuovo e sperimentale.

I dati non hanno prezzo. Impara come creare la tua fondazione senza scopo di lucro, finanziare la ricerca farmaceutica, promuovere i risultati attesi, investire in quelle società farmaceutiche che fanno la ricerca, guardare i prezzi delle azioni salire e realizzare profitti. Questa è la breve descrizione. Dare, promuovere, investire, guadagnare. Ma l’innovazione è il metodo di apprendimento:

È un download diretto, nel cervello. Sperimentale, come ho detto. Finora siamo riusciti a indurre sentimenti, impulsi, avversioni, preferenze, in alcune persone. Ma è un nuovo giorno. Stiamo lavorando per inserire interi file di dati COME CONOSCENZA nella mente. Senza coercizione. Questo è un grande balzo in avanti. Vuoi provarlo? Questi file sono solo per i ricchi gen.

Bill Gates una volta ha scritto: “Le conseguenze di COVID sono la chiave. È allora che le nuove modifiche prenderanno piede. Le tecnologie audaci sostituiranno i vecchi modi di pensare e di agire”. Scaricare la conoscenza è la frontiera.

Disclaimer: Nessuna responsabilità è attribuita a NBC o ai suoi partner. In precedenti studi clinici, alcuni volontari hanno sperimentato una transitoria perdita di memoria e disturbi motori.

—Tutto ciò porta ai punti di discussione di oggi. La grande domanda che ci si pone è: chi inventa la realtà? Creeremo la realtà per le masse o consentiremo loro di crearla per noi?

Le nuove tecnologie stanno per rispondere a questa domanda. Se i ricercatori possono inserire / iniettare la qualità e il contenuto di CONOSCENZA / PERCEZIONE, diventa realtà.

Il primo tentativo grezzo, su una base ampia, è stato il vaccino nano COVID. Ha tentato di posizionare minuscoli sensori nel cervello e nel corpo, allo scopo di ricevere istruzioni da un punto di comando centrale. I risultati sono stati irregolari, nel migliore dei casi. Ma c’era da aspettarselo.

Sono stati introdotti aggiornamenti con i colpi di richiamo COVID. —Risultati ancora, selvaggiamente imprevedibili. Molte persone hanno riferito di aver sentito voci. Alcuni di loro hanno continuato a fondare chiese e culti.

Ben presto, tuttavia, la combinazione di nanotecnologie e inserti genetici ha introdotto quello che i ricercatori hanno chiamato Indice di contenuto. Conosciuta anche come la costante di placidità. Era l’equivalente high-tech della vecchia invocazione, “Resta calmo”.

Ecco il problema attuale su cui stanno lavorando i ricercatori. Se spari impulsi che rappresentano 50 milioni di parole nel cervello, come interpreta il cervello quei messaggi? Come li traduce? Li integra con la conoscenza precedente?

E infine, ecco l’enigma: chi sta ascoltando il cervello? Siamo improvvisamente nel regno scomodo della metafisica. Alcuni esperti insisteranno sul fatto che non è necessario che nessuno ascolti ciò che sta dicendo il cervello. Il cervello è l’essere umano. Altri affermeranno che deve esserci un Essere separato dal suo cervello. Se è così, chi controllerà quell’Essere?

In ogni caso, apparentemente Bill Gates pensava di coprire le sue scommesse quando ha fatto la sua donazione a una nuova ala dell’inferno. Questo deve essere successo verso la fine della sua vita quando è impazzito. Ci chiediamo se sia stato una delle prime vittime di uno degli esperimenti che ha finanziato.

Tuttavia, dovremmo ammirare la sua tenacia. Ha immaginato un giorno in cui la popolazione umana sarebbe esistita come un “apparato coordinato”. È così che l’ha chiamato. Una funzione assegnata per ogni persona nello schema generale delle cose.

Ecco altri due frammenti dai suoi diari: “Stiamo semplicemente trasferendo il feudalesimo medievale, con la tecnologia moderna, in una nuova era. Il maestro siede nel suo castello. È dotato, prima di tutto, di miglioramenti genetici. Può pensare e pianificare con velocità e specificità impressionanti. Sente un costante mormorio di fiducia. È sempre giovane … “

“Lo spopolamento è un dato di fatto. Veloce o lento. Le eliminazioni graduali funzioneranno meglio. Il targeting selettivo, basato su studi e proiezioni, è essenziale. Ciò che conta è che la razza umana sopravviverà. La specie resisterà. È lo stesso per qualsiasi popolazione animale. Se elimini una mandria, non stai effettuando una cancellazione completa. Puoi migliorare quelle creature che conservi, ma le migliori per produrre solo ciò di cui hai bisogno da loro. “

Abbiamo una domanda da un abbonato: “Lester, come puoi apparire simultaneamente nelle trasmissioni pubbliche e private?”

Bene, vivo dal lato pubblico. Qui, stai guardando e ascoltando la nostra ultima versione AI di me. Naturalmente, sono stato profilato attentamente dai miei datori di lavoro alla NBC e hanno fatto costruire una replica che pensa e parla come vorrei. Vale a dire, io sono quella replica.

In effetti, posso dirti che una straordinaria replica di Bill Gates AI vive attualmente in Cina e sta lavorando come consulente del regime. È ospitato in un edificio in una delle nuove città intelligenti.

Spero di intervistarlo nel prossimo futuro.

NBC sta collaborando con Microsoft per creare repliche AI ​​di una serie di personaggi storici. Tra questi: David Rockefeller, Henry Kissinger, George Soros e Hillary Clinton. Alla fine, la rete li presenterà in trasmissioni e conversazioni in diretta.

Se ti stai chiedendo se un futuro candidato all’IA potrebbe candidarsi e vincere la presidenza degli Stati Uniti, credo che la risposta sia sì. Cosa chiediamo al pubblico di accettare? Una sintesi del miglior pensiero e pianificazione organizzativa, congelata nella perfetta somiglianza di un essere umano. Perché sarebbe un problema? Oggigiorno quasi tutte le decisioni politiche sono scelte tecniche. I valori e le ipotesi generali della civiltà sono stati scolpiti nella pietra. L’unico vero problema è controllare le ribellioni.

Ad esempio, se la mia controparte biologica dovesse scomparire domani, cosa andrebbe perso esattamente? Sarei ancora qui.

E questo è il rapporto di oggi.

Fonte: https://blog.nomorefakenews.com/

Correlati:

Il liberalismo moderno è il nemico assoluto di ogni pensiero indipendente

I ribelli sono una parte molto importante della società, ma raramente ottengono il riconoscimento che meritano

®wld

BAMBINI: unici e irripetibili

Lascia un commento

Dedicato ai miei nipoti, nonno wlady

 

CONOSCERE PER VIVERE 

 

Cari bambini che state andando a scuola, tutti nasciamo in un mondo già fatto, ed è naturale che per viverci dentro dobbiamo conoscerlo bene. 

 

La nostra adolescenza e la nostra giovinezza vengono in gran parte spese a capire dove siamo ospitati. Infatti, tutto quanto sfugge alla nostra comprensione rimane estraneo alla vita e non possiamo giovarcene. Non solo: se questa curiosità non viene nutrita, se ignoriamo il Sapere, rischiamo di prendere in continuazione fischi per fiaschi, cioè di essere puntualmente delusi nelle aspettative. 

 

Quindi la conoscenza è fondamentale alla nostra esistenza. 

 

Il mondo si svela piano piano e, di concerto, noi ci sveliamo a noi stessi e miglioriamo. Purtroppo nella nostra caotica, massificata, e spesso confusa società, molte cose ci distraggono, ci assordano, lasciandoci di rado soli con noi stessi. 

 

Ci riconosciamo in gruppo, insieme andiamo a scuola, ai concerti, alle feste, in vacanza. Così, col tempo, abbiamo l’impressione di esistere solo in funzione di come gli altri ci vedono e ci giudicano. 

 

E questo non va bene perché nel fondo può catturarci uno strano senso di vuoto, di solitudine, di smarrimento. Insomma ogni tanto bisognerebbe guardarsi allo specchio e riconoscersi per unici e irripetibili, diversi dagli altri. 

 

L’uomo per questo, ha inventato uno strumento preziosissimo: la scrittura. Chi scrive altro non fa che verbalizzare ciò che ha dentro, non fa che mettere ordine nei suoi pensieri e nei suoi sentimenti. Non fa cioè che immagazzinare informazioni dentro una originale visone del mondo. 

 

Scrivere ci fa crescere, e anche leggere ci fa crescere, perché gli scrittori offrono altri sguardi sul nostro vivere. Si va più lontano con la scrittura se contemporaneamente si legge qualche libro. Così, conoscendo meglio noi e quel che ci circonda, si vive con più distacco e con più passione.

 

BAMBINI 

 

I bambini li stanno facendo diventare antipatici per la prosopopea retorica e demagogica da cui vengono letteralmente soffocati. Ad accarezzarne uno per strada si rischia il linciaggio, tranne poi vederli diventare grandi e pronti a loro volta al linciaggio. 

 

Diventano antipatici come l’erbetta dei prati che non si può più calpestare: inavvicinabili come la Gioconda; protetti come i panda; sott’olio come i carciofini. Guai a chi lancia loro qualche urlaccio di contadina memoria, gui a turbarne l’equilibro scontentandoli. 

 

Li spingono a guardarti dal basso in alto con occhi quasi di sfida, e alla fine il modo migliore per non creare loro problemi è far finta di non vederli. 

 

I bambini in quanto tali, sono oggi una categoria interclassista, la loro condizione di possibile vittime della crudeltà adulta cancella ogni differenza: il poverissimo niño brasiliano, l’affamata creatura africana, il ragazzino per bene che va in piscina appartengono alla stessa specie da proteggere perché i loro nemici sono tanti e vestono panni diversi a seconda del luogo nel quale vivono. 

 

Questo è vero, ma una visione così riduttiva e generalizzata dalla questione (non certo nuova), invece di promuovere soluzioni concrete, non fa che aprire le inutili porte del cuore e dar voce ai sentimenti più lacrimevoli e ipocriti, a innondare la televisione di vuoti appelli a mielose trasmissioni interrotte con la pubblicità dei giocattoli e delle costosissime scarpe da tennis perché i genitori, catturati dalla paura del senso di colpa, vengano presi dall’impulso di far contenti i loro piccoli acquistando per loro qualcosa di utile e piacevole. 

 

Tutti i bambini sono buoni e bravi, anche quelli viziati, quelli dispettosi, quelli stupidi. Sono innocenti per definizione. Anche questo è vero. Però c’è da chiedersi quale pedagogia è possibile quando viene svuotato il senso della responsabilità personale e della diversità tra individui. 

 

Quante volte infatti, oggi, un genitore che assiste a una malefatta del figliuolo se ne sta zitto e va a cercare le colpe in sé stesso, nel suo rapporto con il consorte e con la prppria famiglia? 

 

Sembra che non veda l’ora di colpevolizzarsi per continuare ad inseguire una prospettiva diversa, una impossibile svolta nella propria vita e quella di chi gli sta intorno. 

 

L’enfatizzazione, in realtà, rimove ogni conflitto, giacché da sola basta a mettere a posto la coscienza. Commuoversi davanti a un appello per la condizione di schiavi cui sono realmente ridotti molti bambini del pianeta soddisfa e tranquillizza gli animi. 

 

Alcuni adirittura, organizzando concerti e trasmissioni, simposi e convegni, guadagnano fama e soldi nel cercare di commuovere il prossimo sul ricattatorio tema dei bambini. Che lontani dalle nostre lacrime continuano imperterriti a morire di fame, a essere trattati come cavalli da soma, a essere brutalizzati dall’orrore del turismo sessuale. 

Ogni giorno nel mondo 8 mila bambini muoiono di fame 

Ogni giorno nel mondo scompaiono 22mila bambini 

Nel mondo sono più di 220 milioni i bambini abusati sessualmente, senza parlare del traffico di organi che va oltre ogni immaginazione.

Tratto dalle mie letture di Vincenzo CeramiPensieri Così

Articolo correlato: Un numero crescente di genitori ha ammesso ai ricercatori di aver perso il controllo delle abitudini online dei propri figli.

®wld

Il 2019 secondo Isaac Asimov

Lascia un commento

 profecias73_01_small

 

Le sconcertanti predizioni di Isaac Asimov per l’anno 2019

 

dal Sito Web PijamaSurf 

traduzione di Nicoletta Marino  

Versione originale in spagnolo  

Versione similare in inglese 

 

Nel 1984, anno emblematico, il veggente Isaac Asimov ha fatto un esercizio di profezia per l’anno 2019 e i suoi pronostici sono stati sorprendentemente avvenuti.

Isaac Asimov è uno degli autori più celebri della fantascienza, in particolare di quella detta “epoca d’oro del genere” cioè la seconda metà del XX secolo, quando visse in concomitanza con scrittori come

 

  • Ray Bradbury
  • Stanisław Lem
  • Ursula K. Le Guin,

 

…fra i tanti.

 

Asimov fu un autore il cui stile si basò soprattutto sulla sua conoscenza enciclopedica, che nel caso delle sue opere letterarie, fu fondamentale per immaginare universi interi, panificati fino al minimo dettaglio, che anche se con una fantasia tra le più stravaganti, offrono al lettore le verosimiglianza e lo sconcerto necessario per rendere piacevole la lettura.

 

Questa erudizione, che si espresse nello scrivere quasi 500 libri con diverse satire, rese Asimov anche un lucido intellettuale, capace di capire il divenire umano e le contraddizioni della nostra natura e della nostra storia.

Con questo spirito, nel 1964 lo scrittore inviò un articolo a The New York Times dal titolo “Visita La Fiera Mondiale del 2014”, dove aveva immaginato come sarebbe stato il mondo 50 anni dopo.

 

19 anni dopo, all’inizio del 1984 (altro anno emblematico per la fantascienza) Asimov ripeté questo esercizio di immaginazione profetica, questa volta per la rivista The Star (Isaac Asimov wasasked by ‘The Star’ 35 Years ago to Predict the World of 2019 – Here is what heWrote), e descrisse il mondo come egli supponeva avrebbe potuto essere nel 2019.

 

Lo scrittore iniziò le su predizioni con una premessa necessaria, che col senno di poi si dimostrò vera:

 

Gli Stati Uniti e l’Unione Sovietica avrebbero evitato di fare una guerra nucleare, poiché questo avrebbe voluto dire avere una situazione di “miseria globale”.

Dopo questo punto, si dedicò ad altri due assi che a suo parere avrebbero dominato il futuro:

  • la “computerizzazione” della vita
  • l’utilizzo dello spazio esterno

 

“I computer sono diventati essenziali ai governi delle nazioni industrializzate e per l’industria mondiale, e adesso stanno iniziando a trovare il loro posto nelle case”, scrisse Asimov con una notevole perspicacia, notando già in quell’anno che quei dispositivi sarebbero divenuti indispensabili per l’essere umano.

 

Asimov intese questa dipendenza dai computer come un effetto della complessità acquisita dalle società moderne a cui il sistema computerizzato offre una certa possibilità di ordine o almeno di non cadere nel caos.

 

Per questo secondo lo scrittore nel futuro delle società

“richiederanno con veemenza i computer come adesso fanno per le armi”.

Comunque, l’autore di “Io, Robot” intravide anche il fatto che detta tendenza informatica avrebbe trasformato radicalmente l’idea di lavoro con la quale l’essere umano aveva vissuto negli ultimi anni e di conseguenza, informatizzare la vita, “avrebbe distrutto le nostre menti”

 

…in particolare quelle di coloro che per molti anni si erano sforzati di trovare un equilibrip nel lavoro realizzato che giustamente i computer avrebbero rotto.

Per quanto riguarda il lavoro, Asimov seppe intravedere che i computer e l’informatica “rendono automatici” diversi processi dell’esistenza, che per il loro carattere meccanico e routinario possono essere realizzati da macchine e robot.

 

In questo senso, lo scrittore suppose che molti lavori relativi all’assemblaggio o ripetitivi, sarebbero scomparsi. In cambio, per questo contesto sarebbe stata necessaria una ampia educazione dei processi computerizzati.

Quindi per Asimov questo sarebbe stato uno dei cambiamenti fondamentali per il modo di educare le nuove generazioni, una specie di “alfabetizzazione computerizzata” alla quale avrebbero aspirato intere popolazioni.

 

In questo senso, lo scenario sarebbe simile a quello della Rivoluzione Industriale del secolo XIX e la necessità che portò con sé di una grande quantità di persone educate in maniera elementare, minimo col saper leggere e scrivere, il che diede luogo alla nascita della nozione di educazione pubblica.

Insomma, per Asimov la particolarità del secolo XXI sarebbe stato un adattamento più rapido, forse più rapido di quanto la società sarebbe stata capace di realizzare, il che avrebbe diviso la popolazione in due grandi gruppi:

 

  • coloro che avrebbero potuto essere educati secondo le esigenze della nuova società computerizzata
  • e coloro che no…

 

I primi, avrebbero trovato posto nel mondo, ma per gli altri, la “transizione” tra

le forme di organizzazione sociale sarebbe stata doloroso e angusta.

 

Più precisamente, Asimov nello scenario di questa transizione intravide queste possibilità: (le citazioni sono testuali):  

 

Primo:

La popolazione continuerà a crescere per alcuni anni da adesso in poi, il che renderà la transizione ancora più difficile.

I governi non potranno ignorare il fatto che nessun problema fintanto che gli stessi si acutizzeranno ad una velocità più grande di quella con cui possono risolversi.Sotto questo aspetto, Asimov considerava il fatto che nel 2019 sarebbero esistite misure per controllare il tasso di nascite del mondo per raggiungere così una certa stabilità nella crescita della popolazione. 

 

Secondo:

Le conseguenze della irresponsabilità umana in termini di spreco e contaminazione diventeranno sempre più evidenti e intollerabili; i tentativi per risolvere questa situazione saranno sempre più estenuanti.

C’è da sperare che per il 2019 i progressi tecnologici ci diano gli strumenti per accelerare il processo secondo cui si trasformerà il deterioramento dell’ambiente.

 

Terzo:

Ci sarà una cooperazione sempre più grande tra le nazioni e i gruppi all’interno delle nazioni, non per un suggerimento repentino di idealismo o di decenza, ma per la nuda certezza che qualcosa meno di questo significherebbe la distruzione di tutti noi.E sebbene questo ultimo punto sembrerebbe positivo, per Asimov presupponeva anche un’opportunità per alimentare i conflitti tra le nazioni.

 

Insomma,

“la sconfitta dovuta alla sovrappopolazione, la contaminazione e la militarizzazione”,

…furono i tre principali rischi che l’autore della Trilogia della Fondazione

 presupponeva che sarebbero avvenute nell’anno in cui ci troviamo.

Però, Asimov fu ottimista almeno per un aspetto:

l’educazione.

Non grazie alla scuola, ma soprattutto grazie all’ubiquità dei computer.

 

Secondo lui, dal momento che in ogni casa ci sarebbe stato un computer, specialmente i membri più giovani della famiglia avrebbero potuto imparare da soli e secondo il loro ritmo tutto quello che volevano, spinti solo dalla loro curiosità.

Per questo fatto, è possibile dire che lo scrittore ebbe ragione anche se in parte, poiché sebbene i dispositivi sui quali contiamo oggi in effetti ci permettono di accedere a grandi branche della conoscenza, l’uso che se ne fa nella gran parte non è proprio a questo fine.

Con lo stesso tono ottimistico Asimov scrisse:

Fintanto che i computer ei robot faranno il lavoro nella società – poiché così il mondo nel 2019 sembra che sempre più possa “guidarsi da solo” – sempre più esseri umani si ritroveranno a vivere una vita fatta di ozio.

Asimov ebbe lo stesso sogno di Bertrand Russell agli inizi del secolo XX e quello degli utopisti inglesi del secolo precedente:

le macchine ci “libereranno” dal lavoro per permettere che l’essere umano raggiunga la sua realizzazione.La cosa certa è che una rivoluzione tecnologica dopo l’altra, ogni progresso significa per la stragande maggioranza della popolazione umana più e più lavoro, non “una vita piena di ozio”… 

Finalmente, sul punto “dell’utilizzo dello spazio”, Asimov auguro all’essere umano di ritornare sulla Luna, non solo in una missione comandata dal governo statunitense ma con un gruppo internazionale.

 

Allo stesso tempo, lo scrittore presupponeva che il proposito di questo nuovo allunaggio non sarebbe stato solo un’esplorazione ma un vero e proprio sfruttamento del suolo lunare:

si sarebbe trovata una zona che avrebbe permesso l’estrazione di minerali che poi sarebbero trasformati in ceramica, metalli e calcestruzzo.Secondo Asimov, l’estrazione sulla Luna sarebbe stato il primo passo per la sua colonizzazione.

In un primo momento che oggi sembra molto fantasioso, lo scrittore immaginò anche che sul satellite naturale della Terra si sarebbe costruito un impianto di raccolta di energia solare, che si sarebbe inviata sul nostro pianeta sotto forma di microonde.

Sebbene con questi pronostici Asimov si sbagliò sui suoi doni da profeta, sulla loro necessità di fondo, è possibile che non si sia sbagliato.

In effetti:per lo scrittore la colonizzazione della Luna o l’impianto di raccolta di energia solare, non erano essenziali o capricci della nostra specie, ma erano una risposta alla reale necessità di energia che si sarebbe presentata sul pianeta Terra.

Una specie di crisi per cui l’unica soluzione sarebbe stato il lavoro congiunto e in condizioni pacifiche tra tutte le nazioni del mondo.

In caso contrario, il fantasma della guerra, sarebbe apparso immediatamente il fantasma della guerra.

L’energia sarebbe stata molto necessaria per tutti e data unicamente se le nazioni sarebbero rimaste in pace e lavorassero insieme, allora quella guerra diverrebbe impensabile per richiesta del popolo.

Il testo di Asimov è comunque più lungo e si può trovare nella lingua originale qui

 

Fonte: https://www.bibliotecapleyades.net/

 

®wld